Troppo rumore, due giocatori minacciati con la pistola

TERAMO. Movimentata vigilia dell’anticipo fra Teramo e Feralpisalò, conclusa sullo 0-0. Due calciatori del Teramo, infatti, sono stati minacciati con una pistola da un vicino di casa, perché accusati di fare troppo rumore. I due calciatori sono il portiere Tomasch Calore ed il difensore Manfredo Pietrantonio: i due biancorossi che vivono nel condominio di via Gran Sasso a Teramo sono stati protagonisti di una vivace discussione tra vicini, nel corso della quale è spuntata una pistola, con cui un teramano di 36 anni ha minacciato i due calciatori, esasperato, secondo la sua versione, delle notti insonni del figlio a causa del rumore provocato dai due biancorossi. I militari della Compagnia di Teramo hanno sequestrato l’arma: si tratta di una scacciacani a cui era stato tolto il tappo rosso. Innocua, dunque, ma del tutto simile a un’arma di piccolo calibro. Per questo, il 36enne è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto