Terremoto in Grecia, la scossa avvertita anche lungo le coste meridionali del Salento

Il sisma ha avuto ipocentro a circa 20 km di profondità ed epicentro 22 km a ovest di Nydri. L’ultimo evento registrato nel Paese ellenico e avvertito in Puglia è quello del pomeriggio dell’11 settembre scorso

E’ stata avvertita anche in Puglia la scossa di terremoto di magnitudo 4.8 registrata all’1:47 ora locale (00:47 in Italia) davanti all’isola greca di Leucade. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e dell’agenzia sismologia statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa 20 km di profondità ed epicentro 22 km a ovest di Nydri.
Non si segnalano al momento danni a persone o cose. La scossa è stata lievemente percepita anche sulla costa calabra orientale e su quella pugliese meridionale come accaduto l’11 settembre scorso. Anche quel giorno, alle 18:20 il terremoto fu avvertito soprattutto nel Salento e lungo le coste del crotonese in Calabria. In quella circostanza il terremoto fu localizzato a 10 km di profondità tra la periferia dell’Epiro e quella della Tessaglia, nella zona centrale del Paese ellenico. Ebbe un’intensità maggiore, 5,5 secondo i dati riportati dal Centro Sismico Euro/Mediterraneo,rispetto a quella registrata nella notte tra il 25 e il 26 dicembre.
Anche il 17 novembre del 2015 la terrà tremò più forte, nella stessa isola di Lefkada provocando due morti e quattro feriti. Il sisma fu di magnitudo 6,1 e avvenne alle 8.10 nell’area marittima tra Lefkada e Corfù a una profondità di 12 chilometri. La scossa, seguita poi alle 9.33 da una seconda scossa di 5.3 gradi, fu avvertita anche in Puglia e in Calab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto