Visite Articolo:
78

Una 28enne alla 40° settimana di gestazione è deceduta ieri presso l’ospedale ‘Santissima Annunziata’ di Taranto dove era ricoverata per rottura prematura delle membrane. La donna, avendo richiesto di non proseguire con l’induzione al parto, è stata sottoposta a taglio cesareo, per quella che era la sua prima gravidanza.

Dopo l’intervento, le verifiche routinarie post operatorie hanno rivelato una riduzione dell’emoglobina, compatibile con l’intervento chirurgico. Dopo un breve intervallo, è stato programmato un ulteriore controllo che ha evidenziato un’emorragia, portando il personale sanitario ad attivare tutte le procedure necessarie, ma la giovane è andata in arresto cardiaco. Cordoglio è stato espresso dal nosocomio tarantino per l’accaduto. 

La neonata, che alla nascita pesava gr 2580, è in buone condizioni di salute ed è attualmente seguita dal personale dell’Unità Operativa di Neonatologia del nosocomio tarantino.