Il 27 agosto alle 21:00 Annalisa Favetti presenterà il thriller Pop Black Posta al Nuovo Cinema Aquila a Roma

In occasione della sua uscita nelle sale cinematografiche, a partire dal 22 Agosto 2019 distribuito da Ahora! Film, il thriller/black comedy Pop Black Posta di Marco Pollini verrà presentato Martedì 27 Agosto 2019, alle ore 21.00, presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma, da Annalisa Favetti, una delle tre protagoniste femminili del film.

Il lungometraggio, con protagonista la due volte vincitrice del David di Donatello Antonia Truppo, qui in inedite vesti di psicopatica, include nel cast Denny Mendez, Enzo Garramone, Pino Ammendola, Alessandro Bressanello, Hassani Shapi, Aaron T. Maccarthy, Luca Lobina, Noemi Maria Cognigni e Luca Romano. La colonna sonora del film è stata curata dal compositore Marco Werba che ha registrato i brani con l’orchestra sinfonica della Bulgaria.

Pop Black Posta è ambientato in un luogo piuttosto inusuale: un ufficio postale. L’ufficio postale è diventato, infatti, negli ultimi anni, un luogo stravagante, caratterizzato nell’immaginario collettivo da un servizio poco accurato, da lungaggini burocratiche, file interminabili, macchinari obsoleti, personale frustrato e, non ultimo, a rischio di rapine. All’interno del film viene ricreato questo luogo immaginario, ma non lontano dalla realtà e caratterizzato da un’atmosfera claustrofobica e decisamente sopra le righe.

Sinossi:Alessia (Antonia Truppo) è un’impiegata di una piccola posta di provincia che, in un giorno qualunque, prende in ostaggio cinque persone e le obbliga a confessare vari crimini commessi.

I cinque, un pastore di una chiesa evangelica (Hassani Shapi), una latinoamericana (Denny Mendez), un ragazzo del Sudan (Aaron T. Maccarthy), una bionda elegante (Annalisa Favetti) e un signore grasso apparentemente tecnologico (Alessandro Bressanello), dovranno difendersi da loro stessi e dagli errori compiuti, cercando di  sopravvivere e di compiacere Alessia, che, nella sua follia, è pronta ad ucciderli per vendicare il suo passato.

A questo link è possibile visionare il trailer del film:
https://www.youtube.com/watch?v=JNFERCX-uT4&feature=youtu.be

Di seguito alcuni Partner che hanno collaborato  al film POP BLACK POSTA: Phonopress, Finstral , Composad, SicurItalia, Vimar, Signor Peperoncino,  Zorzi, Leader Form/Extreme printing, Residence All’Adige, Agec, Verona Film Commission, Fondazione Arena di Verona,  Mibac, Regione Veneto, Comune di Verona, Regione Lazio, Reel One, Sud Sound Studios.

L’astro narrante arriva all’Isola del cinema

Per scettici, amanti delle stelle e cuori erranti, è già disponibile in ebook e nelle librerie L’astro narrante, a cura di Silvia Casini ed edito da Fanucci/Leggereditore.

L’astro narrante verrà presentato al pubblico Mercoledì 21 Agosto 2018 presso la libreria Lungo Tevere dell’Isola del cinema di Roma, all’Isola Tiberina, dall’autrice Silvia Casini e dal critico cinematografico Francesco Lomuscio, che dei volumi ha curato le sezioni relative ai film adatti ad ogni segno zodiacale.

Trattasi di una guida astrologica con consigli psicologici, grafologici, musicali e cine-letterari, enogastronomici, di home décor e segreti astronomici.

Dodici libricini, uno per ogni segno zodiacale, dalla grafica accattivante e tutti da collezionare!

Ogni libro contiene:

EMOZIONI ASTRALI
A cura di Kelly Ardens.
Tratti psicologici e caratteristiche emotive del segno.

PER ASPERA AD ASTRA
A cura di Maria Carla Zampieri.
Simbolismo grafico e astrale del segno.

OROSCOPO LETTERARIO
A cura di Alessandra Micheli.
Suggerimenti letterari.

PAROLE ASTRALI: RACCONTI INEDITI
Racconti di Elisa Bollazzi, Erika Carta, Andrea De Venuto, Roberta La Placa, Samanta Crespi, Debora Parisi.

MUSICA ASTRALE
A cura di Massimo Villa.
Le canzoni da ascoltare in base al segno zodiacale.

LOOK STELLARE
A cura di Francesca Lorusso.
Stile e pietre da indossare.

ASTRI E RISPARMI
A cura di Paola Nosari.
Denaro ed emozioni, come ristabilire il controllo sul cash flow.

OROSCOPO DELLE SPEZIE E VINI ASTRALI
A cura di Elvia Gregorace.
Spezie e i vini idonei.

OROSCOPO CINEMATOGRAFICO
A cura di Francesco Lomuscio.
I film abbinati al segno.

ASTRO DÉCOR
A cura di Simona Scifo.
Colori da usare e come apparecchiare la tavola.

ASTRO MENU
A cura di Silvia Casini.
Ricettario di cucina legato al segno.FacebookTwitterEmailShare

LA MIA SECONDA VOLTA: IL 13 MARZO TUTTO IL CAST A PORTE DI ROMA

Sono aperte ufficialmente le prevendite per l’evento con tutto il cast previsto per il giorno 13 marzo a Porta di Roma. “La mia seconda volta” è basato su una storia vera ed è il secondo lungometraggio del regista italiano Alberto Gelpi che aveva firmato al suo esordio nel 2018 il film “La voce del lupo”.

La mia seconda volta segue le vicende di Giorgia, una giovane ragazza solare con un talento incredibile, che però rischia di bruciarsi per alcune scelte troppo avventate. Lei non vede l’ora di finire il liceo e scappare dalla provincia dove è cresciuta. Ludovica invece è arrivata nella stessa città per studiare all’Accademia delle Belle Arti per diventare un giorno scenografa. Le due si conosceranno attraverso il fratello di Giorgia dove insieme a Ludovica, che in passato ha fatto diversi errori che l’hanno formata, cercheranno di salvare la giovane e indirizzarla su una scelta più ponderata.

I biglietti sono acquistabili direttamente al cinema o su https://www.ucicinemas.it/cinema/lazio/roma/uci-cinemas-porta-di-roma-roma/

“La mia seconda volta” è un film sull’importanza delle scelte e sulle loro conseguenze,  sulle imprevedibilità della vita, dove ad ogni azione corrisponde una conseguenza e difficilmente si può tornare indietro, seppur in alcuni casi sia possibile.

Regia: Cristina Alberto Gelpi
Cast: Simone Riccioni, Mariachiara Di Mitri, Aurora Ruffino, Daniela Poggi, Federico Russo, Ettore Belmondo, Paola Sotgiu, Luca Ward, Isabel Russinova, Yuri Napoli
Genere: Drammatico, colore
Produzione: Italia, 2018
Distribuzione: Dominus Production
Data di uscita: 21 marzo 2019

Ilaria Pallotti: metamorfosi dell’attore

PHOTO CREDIT Franco Fasciolo
PHOTO CREDIT Franco Fasciolo

Se c’è una cosa in cui crede Ilaria Pallotti è di mantenere la propria umiltà.  Nonostante l’attrice abbia come punto di riferimento alcuni grandi nomi hollywoodiani, è sempre rimasta fedele a sé stessa, al punto da chiedersi chi è Ilaria Pallotti,il grande pubblico la ignora, eppure se si ripercorre il suo iter artistico sportivo si scopre dapprima la sua poliedricità, le sue capacità di attrice che a tratti mostra il suo vero talento. Per capire tutto questo concetto basta leggere la sua intervista rilasciata a Cine Clan, un modo semplice per conoscerla meglio cosi come l’abbiamo conosciuta noi, unica, elegante, romantica una di quelle persone che prende seriamente tutto quello che fa.

Iniziamo dalla prima domanda: Cosa rappresenta per te l’attore in un cotesto sociale?: Essere attore rappresenta una responsabilità, l’attore è un’artista che con studio e passione fa della propria arte il suo lavoro. È un compito molto importante perché deve trasmettere emozioni a chi lo guarda. Deve essere un ponte di congiunzione tra il regista e lo spettatore.

Hai raggiunto tanti obiettivi, qual è quello più significativo per te?: Ogni singolo obiettivo è signigicativo dal momento che mi impegno per raggiungerlo . Io sono giovane e per ora gli obiettivi più importanti li ho raggiunti con lo studio e lo sport ma ho ancora tante sfide e tante vette da scalare.

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?: Ho avuto la fortuna di conquistare la fascia di Miss Sport Marche che da ginnasta agonostica mi si addice totalmente. Questo mi ha aperto le porte come modella, come madrina e testimonial di eventi sportivi e ho avuto l’opportunità di partecipare come coprotagonista ad una fiction, di cui ringrazio di cuore i produttori. Anche se la strada da attrice è molto lunga perchè ci vuole tanto studio, ma spero un giorno di arrivarci. Per il momento sto lavorando con tutte le mie energie all’esame di maturità del Liceo Classico, che per ora è il mio unico pensiero.

Raccontaci una tua Gionata tipo?: Le mie giornate tipo sono dedicate allo studio e alla ginnastica artistica in preparazione delle gare, intervallate da shooting e impegni vari per costruirmi il futuro.

Come vorresti vederti tra 10 anni?: Dieci anni sono tantissimi, mi vedo realizzata negli studi e nel lavoro, magari manager e attrice. Una volta conclusa la maturità del Liceo Classico avrò a disposizione questi anni per studiare e aprire le porte al mio futuro.

Artisticamente, quale è l’attrice a cui vorresti somigliare?: Penso che bisogna imparare da tutti,da ogni attrice e attore, ma la mia preferita resta Julia Roberts. Anche se credo che ognuno di noi sia diverso a modo suo e quello che voglio è essere me stessa sempre.

Cosa vorresti che le persone capissero di te?: Sicuramente che sono una persona dolce, semplice e da buona sportiva che porta a termine le scommesse che la vita mi propone.

Che considerazione hai della recitazione Italiana?: La recitazione è un’arte tanto bella quanto difficile. Non basta essere belle fisicamente ma bisogna studiare e impegnarsi per esprimere il meglio di sè. In Italia ci sono bravissime attrici conosciute e tante altre ancora da scoprire.

Qual’è la tua battuta preferita del cinema?: “Se vuoi qualcosa, vai e inseguila”

ci sono ruoli che avresti voluto recitare?:

Come nasce la passione per il cinema?: Mi ha sempre affascinato sin da piccola.

Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere in italia?:

Ultima domanda… il senso della vita?: È tanto difficile rispondere a questa domanda. Ognuno di noi vive la propria vita secondo il modo che ritiene più giusto, senza uno standard predefinito, portando sempre rispetto e gratitudine per quello che ci è stato donato. L’importante è vivere la propria vita senza sprecarla e senza rimpianti.

Tutti i diritti  sono riservate.

credit photo Franco Fasciolo

http://www.francofasciolo.com/

https://www.facebook.com/francofasciolo

‘Bullismo di massa’, Selvaggia Lucarelli svela cosa sia successo a Katia Ghirardi dopo il video virale della banca 

 E’ stato il video più visto della giornata: tutti hanno parlato e riso del filmato online di Katia Ghirardi che esorta i suoi dipendenti e i possibili nuovo correntisti a metterci il cuore. A mettere un punto su tutta la vicenda è Selvaggia Lucarelli che spiega cosa sia successo a Katia Gherardi dopo l’onda mediatica che l’ha travolta: la giornalista fa anche sapere che quel video non doveva andare online. Ecco cosa è successo

 Katia Ghirardi vittima del video virale su Banca Intesa San Paolo, le parole di Selvaggia Lucarelli

Se cerchiamo sui motori di ricerca ‘Katia’, il primo risultato che otteniamo è ‘Katia banca intesa’. Sappiamo tutti bene di cosa si tratta, d’altronde parliamo del video più visto, commentato e condiviso di ieri, e anche Selvaggia Lucarelli ha voluto dire la sua su Katia Ghirardi, direttrice della filiale di Castiglione delle Stiviere.

Il messaggio commovente di Katia Ghirardi per suo figlio: dopo il caso mediatico ecco il post Facebook che fa riflettere

Quel video faceva parte di un contest interno che Banca Intesa San Paolo aveva promosso per un po’ di sana competizione tra i dipendenti delle tante sedi, ma è finito online rovinando la vita della donna che, sì ci ha messo la testa, la faccia e il cuore, e ci ha rimesso – a occhio e croce – anche la carriera e la reputazione.

Sono piovute parodie sulla clip, addirittura in un video Katia faceva la stessa fine della mamma colpita da un meteorite di un noto spot e ancora c’è chi ha scritto direttamente a Banca Intesa chiedendo come stesse Fabio, il dipendente assente che si è salvato dal massacro senza senso e senza regole messo in atto nelle ultime 24 ore.

Selvaggia Lucarelli contro Maurizio Costanzo, durissimo l’attacco della blogger: ecco perché

Selvaggia Lucarelli parla di effetto Irma, un uragano che non possiamo arginare e difende la direttrice memore del tragico suicidio di Tiziana Cantone dopo il filmato privato a luci rosse finito sul web.

In un passaggio del lungo sfogo della blogger leggiamo:

“Dopo Tiziana, il mostro dovremmo conoscerlo tutti. Gli alibi non ci sono più. Il web non è più quello di qualche anno fa in cui c’era un video buffo e ci ridevamo un po’, senza che l’onda si gonfiasse come dopo il passaggio di Irma.
Ora è sempre Irma. Ora, sappiamo tutti di avere tutti in mano una pistola. E sono un miliardo di pistole che possono essere rivolte contemporaneamente contro una persona sola.

La persona sola, ieri, è stata Katia, la direttrice della banca… Sì, è un gigantesco, orrendo bullismo di massa”.

La riflessione della giornalista si dipana sulle conseguenze che quel video avrà per sempre sulla vita della donna, pubblicamente massacrata, non difesa dai suoi stessi superiori e ora legata a quelle immagini di fantozziano gusto.

Il post della Lucarelli si conclude così, con la speranza che la tolleranza spezzi il terribile vortice che ha rapito Katia:

“Parliamo agli adulti e diciamo: “Comportatevi da persone perbene”. Noi, per primi. Ciao Katia, il prossimo conto lo apro da te. Tu ci metti la faccia, io il portafoglio, dai”

Jamie Lannister avvistato in Sardegna. Ma questa volta il Trono di Spade non c’entra

L’attore Nicolaj Coster-Waldau, famoso per aver interpretato Jamie Lannister ne ‘Il trono di spade‘, ha pubblicato un video su Instagram dove racconta del suo arrivo in Italia, a Cagliari. Il motivo è legato alle riprese del nuovo film del regista americano Brian De Palma che verranno fatte, in questi giorni, in Sardegna, tra Capoterra e Pula. Si tratta di un thriller che racconta la storia di un detective che parte alla ricerca di un pericoloso criminale, in fuga dalla giustizia, colpevole di aver causato la morte di un suo amico. Nel cast anche  Carice van Houten (anche lei vista ne “il Trono di Spade” nel ruolo di Melisandre) e Guy Pearce.

Su Rai 1 il film tv su Nino Manfredi, Elio Germano interpreta l’attore ciociaro

Su Rai 1 il film tv su Nino Manfredi, Elio Germano interpreta l’attore ciociaro

Su Rai 1 il film tv su Nino Manfredi, Elio

Lunedì 25 settembre in prima serata su Rai 1 andrà in onda “In arte Nino”, un film tv diretto da Luca Manfredi con Elio Germano e Miriam Leone. Si tratta di un ritratto inedito di Nino Manfredi, attore ciociaro tra i più amati e iconici del cinema italiano. Il viaggio di formazione dell’uomo e dell’artista dal 1943, quando intraprende gli studi all’Accademia d’Arte Drammatica, fino alla soglia del successo, nel 1958, con la partecipazione a “Canzonissima”.
A dirigere il film tv è Luca Manfredi, figlio del grande Nino. Ad interpretare l’attore è il talentuoso Elio Germano, mentre il ruolo della moglie Erminia, compagna di vita di Manfredi, è stato assegnato a Miriam Leone. Per interpretare Manfredi, Elio Germano trasforma la sua voce, cimentandosi con il dialetto ciociaro, e la postura, mettendo in scena una vera e propria dichiarazione d’amore per l’attore di Castro dei Volsci.