Visite Articolo:
164

“La Regione revochi la delibera che autorizza la realizzazione di una Cava sul Monte Crugname di Melfi. C’è in gioco il futuro e il suo sviluppo ambientalistico e turistico”. Lo dichiara il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa.

“Non possono essere ignorate né le osservazioni dei cittadini né la richiesta di revoca in autotutela presentata dall’amministrazione comunale – afferma Summa – Ma soprattutto non si può non tenere in considerazione che la Soprintendenza, evidenziando il valore paesaggistico e storico dell’area, ha subordinato il rilascio di parere favorevole all’esito del supplemento di indagini che sono ancora in corso. Il principio del silenzio assenso, addotto a motivazione nella delibera autorizzativa, non dovrebbe essere applicato nel caso in questione, trattandosi di valutazione aggiuntive richieste dalla Soprintendenza a favore della tutela paesaggistica di un’area ricadente nella riserva naturalistica del parco del Vulture e, soprattutto, non può essere applicato per rilasciare autorizzazioni per meri fini  privatistici”.