Gli strangozzi o Strozzapreti alla Spoletina sono un tipico primo piatto della tradizione umbra, che si fa con ingredienti poveri, semplici e genuini ma che è comunque ricco di gusto. Gli strozzapreti sono degli spaghettoni fatti in casa a base di acqua e farina, senza uova. Sono semplicissimi da preparare e basterà davvero poco tempo per avere una pasta fresca fatta in casa condita con un ottimo sugo al pomodoro e una spolverata di prezzemolo tritato fresco.

Gli strozzapreti si chiamano così perchè somigliano molto alle stringhe delle scarpe che venivano usate dai rivoltosi anticlericali per strangolare, ai tempi del dominio dello Stato Pontificio, gli ecclesiastici di passaggio.  Un consiglio importante: quando si cucina la pasta fresca bisogna aggiungere all’acqua di cottura dell’olio in modo che la pasta non si attacchi tra loro. Vediamo quindi come di fanno.

Strozzapreti alla spoletina, Ingredienti

Per la pasta ( 500 grammi)

Farina 00 125 g


Semola di grano duro rimacinata 125 g


Acqua fredda 130 g


Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio

Per il sugo

Pomodori pelati maturi 600 g


Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai


Aglio 2 spicchi


Pepe nero q.b.


Prezzemolo q.b.

Strozzapreti alla spoletina, Preparazione

Iniziamo a preparare gli Strozzapreti alla spoletina cominciando dalla pasta fresca. Prendete un bel recipiente e mettete dentro la farina 00 e la farina di semola, mescolate le due farine e mettetele su una spianatoia. Realizzate la fontana con il buco centrale e versate l’acqua poco per volta, impastando mentre si mescola alla farina. Quando la farina si inizierà ad amalgamare aggiungete anche l’olio e continuate ad impastare fino a che non avrete ottenuto un composto liscio e morbido.

Avvolgete con la pellicola l’impasto ottenuto e lasciate che riposi per almeno un quarto d’ora. Nel frattempo preparate il sugo. Quindi prendete una padella bella capiente e fate rosolare i 2 spicchi di aglio scamiciati e schiacciati in 4 cucchiai di olio evo. Quando l’aglio sarà bello dorato toglietelo e aggiungete infine anche i pomodori lavati, spellati e tagliati in 4 parti. Aggiustate di sale e pepe (o peperoncino se preferite) e lasciate andare in cottura a fuoco basso per una buona mezz’ora finchè il sugo non sarà bello denso.

Intanto mettete sul fuoco una pentola capiente con abbondante acqua salata e mentre aspettate che l’acqua bolla, iniziate a lavorate l’impasto messo a riposare. Su un piano infarinato stendere l’impasto per uno spessore di circa 2 mm e infarinate la superficie. Arrotolate l’impasto steso a formare un rotolo e tagliatelo a fette ricavando appunto degli spaghettoni appiattiti. Quando l’acqua bolle immergete gli strozzapreti così ottenuti e scolateli al dente.

Quindi versateli nella padella col sugo. fateli saltare a fiamma vivace per qualche minuto aggiungendo anche del prezzemolo tritato fresco. Spegnete sotto al fuoco e impiattate. Gli strangozzi alla spoletina sono pronti da gustare. Un consiglio, se volete potete aggiungere anche una spolverata di pecorino di Norcia o, se manca, di Parmigiano Reggiano.

Leggi anche: Spaghetti all’aglione, più buoni e cremosi dell’aglio e olio. Il segreto della nonna: “Aggiungo un cucchiaio di questo liquido”

strozzapreti alla spoletina