Visite Articolo:
91

Dopo l’approvazione della perizia di variante riguardante alcuni lavori tecnici ed impiantistici che è durata diverso tempo ed è stata aggravata dall’aumento vertiginoso dei prezzi dei materiali impiegati, che è stata pienamente autorizzata, i lavori sono ripresi a pieno regime a partire dall’8 novembre, con la chiusura e l’approvazione della perizia e il riconoscimento anche degli oneri aggiuntivi dovuti all’aumento dei prezzi. Quindi le difficoltà tecniche sul cantiere sono state interamente superate, adesso si tratta solo di accelerare e recuperare il tempo perso”.

Lo ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Basilicata, Donatella Merra, al termine del nuovo sopralluogo effettuato oggi sulla SS95 Tito-Brienza per verificare, in particolare, il completamento delle lavorazioni esterne al viadotto ‘Capoferro’ e ad una parte del viadotto ‘Murge’, a causa delle quali la strada era stata chiusa al transito dei mezzi, dallo scorso 14 ottobre.