«Spese pazze» in Regione Lazio: 16 ex consiglieri regionali del Pd rinviati a giudizio: c’è anche Perilli

Mario Perilli, qui con Esterino Montino
RIETI – C’è anche l’ex consigliere regionale reatino e tesoriere del Partito democratico alla Pisana, Mario Perilli, tra i 16 ex consiglieri regionali del Pd rinviati a giudizio a vario titolo e per varie vicende per i reati di peculato, abuso d’ufficio, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e truffa. L’indagine, ricordiamo, è stata condotta della Procura della Repubblica di Roma, che aveva ereditato il fascicolo da quella di Rieti ed è relativa alla gestione dei fondi destinati ai gruppi consiliari, le cosiddette «spese pazze» in Regione.

Il Giudice dell’udienza preliminare Alessandra Boffi, accogliendo le richieste dei pm Alberto Pioletti e Laura Condemi, ha rinviato a giudizio, Perilli, l’ex vicepresidente della Regione e ora sindaco di Fiumicino Esterino Montino, il consigliere regionale di Monterotondo Carlo Lucherini e i colleghi Bruno Astorre, Claudio Moscardelli, Francesco Scalia, Daniela Valentini, Marco Di Stefano ed Enzo Foschi.

I reati contestati agli ex consiglieri a vario titolo sono peculato, abuso d’ufficio, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e truffa. Le accuse si riferiscono al periodo 2010-2013.

Il processo avrà iizio il 22 gennaio prossimo. L’indagine, ricordiamo, nasce dalle condotte contestate a Mario Perilli, ex sindaco di Fara Sabina, e all’epoca dei fatti contestati tesoriere del Pd in Regione Lazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.