Spaghetti alla San Giuvannin, il piatto della tradizione pugliese che si prepara con pochi ingredienti

Ingredienti

  • 400 g di spaghetti
  • 500 g di pomodorini ciliegini oppure 4-5 pomodori San Marzano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • peperoncino piccante secco
  • 2 cucchiaini di capperi dissalti
  • 6 filetti di acciughe sott’olio
  • sale q.b.

Preparazione

E’ una pasta che si cuoce in poco tempo, giusto i minuti che impiegano gli spaghetti a cuocere. Quindi la prima cosa da fare è quella di prendere una pentola e riempirla di acqua. Accendete la fiamma e fate andare. Ovviamente non mettete moltissimo sale. Il sugo che stiamo per preparare è davvero molto saporito ( ci sono i capperi, le acciughe. Quindi attenti).

Ora prendiamo una padella e aggiungiamo un filo d’olio e facciamo soffriggere del peperoncino e aglio. Una volta che l’aglio si è imbiondito ( non bruciato, se l’olio comincia ad odorare di bruciato buttatelo perché rovinerà il piatto) aggiungete le acciughe e i pomodorini ( vanno tagliati a metà prima di cominciare così vi troverete meglio).

Mentre sono in padella a cuocere schiacciateli con una forchetta e lasciate che tutto il succo fuoriesca. Dovrà cuocere per circa 15 minuti: i pomodorini dovranno appassire e fare un tutt’uno con le acciughe.

Mentre il sugo cuoce aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta ( prendete una pasta buona, di quelle che rilasciano parecchio amido così il piatto sarà più cremoso). Ora eliminate l’aglio ( se volete): aggiungete capperi e olive nere.

Intanto fare molta attenzione alla cottura degli spaghetti che vanno scolati al dente, soprattutto perché è bene saltarli in padella un paio di minuti con gli altri ingredienti per farli insaporire e amalgamare bene al sugo. Pronti per essere serviti, con un bicchiere di vino sono.