Amata per le sue lunghe spiagge e per l’acqua cristallina, Minorca è la più tranquilla delle Isole Baleari. Meno blasonata delle vicine Ibiza e Maiorca, è tuttavia una meta di viaggio perfetta per chi desidera una vacanza al mare con tante calas da esplorare. La cucina gioca il suo ruolo, infatti sull’isola si possono gustare tantissime prelibatezze tipiche. Qualche esempio? La Caldareta de langosta, la Sobrasada oppure le Berenjenas Rellenas a la Menorquina. Siamo riusciti a incuriosirvi? Siete nel posto giusto per scoprire cosa mangiare assolutamente a Minorca!

Cosa mangiare a Minorca: 12 piatti tipici tutti da gustare

La tradizione culturale e gastronomica di tutte le isole Baleari è frutto di un fortunato mix di influenze. Tutti i popoli che sono passati di qui – Romani, Arabi, Francesi, Britannici – hanno lasciato un segno. E come abbiamo visto occupandoci di cosa mangiare a Ibiza, anche a Minorca troveremo una cucina variegata con piatti di carne e di pesce in cui costa ed entroterra dialogano con gusto.

Lecker Studio/shutterstock.com

Non immaginate, dunque, la classica cucina spagnola, ma una proposta interessante e local. E prima di dedicarci alle singole specialità abbiamo anche un consiglio per assaggiarle tutte. Il modo più economico e tipico di mangiare in un ristorante di Minorca è scegliere il menu del dia. Si tratta di un’offerta solitamente riservata al pranzo dei giorni feriali che cambia quotidianamente. Spesso comprende due portate e un dessert e, in questo modo, sarà più facile assaggiare e sperimentare anche piatti sconosciuti che, non abbiamo dubbi, vi sorprenderanno piacevolmente.

Ma passiamo alle cose da mangiare! Prendete carta e penna, il menù è servito.

Caldereta de langosta

Una vacanza a Minorca non può dirsi completa senza aver assaggiato la caldereta de langosta, una tipica zuppa a base di aragosta. Per questa preparazione, viene utilizzata la caldareta, ovvero un recipiente di terracotta, e da qui il nome del piatto.

Oltre all’aragosta (meglio se femmina e non troppo giovane), si utilizzano pomodorini, cipolle, peperoncino verde, rametti di prezzemolo e fette di pane tostato. Una particolarità è che questo piatto viene spesso preparato il giorno prima: più tempo riposa, più è gustoso!

TanitJuno/shutterstock.com

Sobrasada

Il salume più diffuso a Minorca, ma lo troviamo anche nel resto delle Baleari, è la sobrasata. È un mix di carni suine magre e pancette, condito con sale, pepe e paprika. Risulta quindi rossa alla vista e viene spalmata sul pane. Viene servita quindi sopra un crostino, ma la troverete anche come ingrediente di alcune ricette tradizionali.

Hans Geel/shutterstock.com

Arroz de la tierra

Tra i piatti tipici preparati con la sobrasada impossibile non citare l’Arroz de la tierra, un risotto cotto con pancetta, sobrasada appunto, butifarròn e salsicce a pezzetti. La particolarità è che il riso si lascia in ammollo tutta la notte e l’Arroz si cucina rigorosamente in una padella di terracotta.

Berenjenas rellenas a la Menorquina

Non sono altro che deliziose melanzane ripiene con pomodoro, peperone, uovo, pangrattato e aromi, cotte al forno e servite calde. Oltre alla ricetta, fa la differenza il tipo di ortaggio utilizzato: si sceglie una melanzana locale, leggermente più piccola e tenera di quella normale.

Formatjades

Molto simili alle empanadas argentine, le formatjades sono degli antipasti tipici di Minorca che si preparano, solitamente, nel periodo pasquale. Il ripieno è a base di carne, soprattutto maiale oppure agnello, arricchito da salamino piccante, lardo e zafferano.

Mariontxa/shutterstock.com

Oliaigua

Chi mastica un po’ di spagnolo di fronte al nome di questo piatto tipico di Minorca potrebbe rimanere sorpreso. In che senso una ricetta a base di “acqua e olio”? Ebbene, si tratta di una preparazione povera che, in origine, costituiva la colazione dei contadini dell’isola. Nel corso del tempo a questi ingredienti sono stati aggiunte le verdure di stagione e oggi è una deliziosa zuppa, servita con del pane abbrustolito e consumata tiepida.

Fideuà

Un altro primo piatto della cucina minorchina è il Fideuà. Lontana parente della paella, questa ricetta si prepara con una pasta corta e sottile cotta con pollo, gamberetti, cozze, vongole, brodo di pesce, pomodoro, zafferano e prezzemolo. Un tripudio di sapori per una prelibatezza da non perdere!

Calamari ripieni alla minorchina

Secondo tipico di Minorca sono i calamari ripieni. Ogni famiglia – e quindi spesso ogni ristorante e taverna – detiene la sua ricetta su come farcire i deliziosi e teneri molluschi. In alcuni casi viene nuovamente utilizzata la sobrasada, in un originale abbinamento di carne e pesce tipico di quei luoghi in cui terra e mare si incontrano in cucina.

Queso de Mahon

Il Queso de Mahon è un formaggio DOP dell’isola. Realizzato con latte di mucca non pastorizzato con una parte di latte di pecora. Si mangia da solo, come aperitivo o insieme al pane – meglio se rustico. I minorchini lo mangiano pure a colazione. Provare per confermare o smentire questa abitudine!

Mariamarmar/shutterstock.com

Boniato al forno

Il boniato è la patata dolce, quella che in Italia chiamiamo patata americana, che viene coltivata tradizionalmente anche a Minorca. Per questo viene spesso utilizzata nelle preparazioni tipiche (e non soltanto). Nei ristoranti tradizionali possiamo assaggiare il boniato al forno, ovvero una preparazione semplice al forno della patata ma condita con latte, zucchero e cannella.

Ensaimada

Concludiamo il nostro percorso alla scoperta di cosa mangiare a Minorca con due dolci. Il primo è l’ensaimada, uno dei piatti più antichi della cucina delle baleari. Sebbene sia riconosciuta come prodotto IGP di Maiorca, da sempre viene preparata anche a Minorca. La ricetta prevede farina, acqua, zucchero, uova e strutto, una cottura a puntino e infine il ripieno che può essere con il cabell d’àngel, ovvero una marmellata di zucca, oppure con la crema pasticcera. Il risultato è una torta di torta attorcigliata e ripiena di cui, una volta assaggiata, non potrete più farne a meno!

Mariamarmar/shutterstock.com

Pastissets

Ultimi, ma non per apprezzamento del pubblico, ci sono i pastisset, biscotti di pasta frolla dalla tipica forma di fiore con le punte arrotondate. Si trovano semplici, con una spolverata di zucchero a velo oppure ripieni di marmellata di fico. Tradizionalmente si preparavano nel periodo natalizio, ma ora li troviamo tutto l’anno.

Avete l’acquolina in bocca e siete pronti a partire per Minorca?