Visite Articolo:
65

È rientrato lo stato di agitazione dei lavoratori della Slem, ditta che gestisce il servizio di ristorazione nei presidi ospedalieri di Lauria e Maratea per conto dell’Asp. Questa mattina in Prefettura si è tenuta la procedura di conciliazione e raffreddamento richiesta nei giorni scorsi dalla Fisascat Cisl. L’azienda si è impegnata a pagare entro il 15 dicembre ai suoi otto dipendenti le mensilità arretrate da luglio a novembre. Alla riunione era presente anche l’Asp in quanto ente committente del servizio. Soddisfazione è stata espressa dalla segretaria generale della Fisascat Emanuela Sardone che tuttavia invita l’azienda sanitaria ad essere «più vigile sul sistema degli appalti di propria competenza con l’obiettivo di garantire tanto la qualità delle prestazioni rese ai cittadini quanto il rispetto rigoroso delle leggi, dei contratti e dei capitolati a tutela dei lavoratori e dei contribuenti».