image.jpg

116 mila giovani sono andati e cercare lavoro all’estero nel 2016 perché in Italia non hanno più una visione positiva del futuro C’è quindi bisogno che il governo metta a disposizione più risorse, non solo per i giovani e l’occupazione ma anche per pensioni e sanità Per questo le sigle sindacali oggi sono scese in piazza. Davanti la prefettura di Frosinone, così come in tutta Italia, chiedono un’amministrazione più equa della Cosa Pubblica, un’attenzione maggiore alle fasce più deboli. “C’è la finanziaria in votazione in questi gironi – dice Anselmo Briganti segretario generale della Cgil di Frosinone e Latina (in foto) – vogliamo che il governo metta in campo  risorse per dare risposta a questi temi”. Al segretario della Cgil si associa quello provinciale della Cisl: “Non chiediamo di aumentare la spesa pubblica – dice Coppotelli (foto sotto) – perché sappiamo che i vincoli di bilancio non lo consentirebbero, ma semplicemente vogliamo spostare le poste di bilancio affinché ci sia più equità Questo è quello di cui ha bisogno il paese. Sulle pensioni, sui giovani, sui rinnovi dei contratti collettivi nazionali, anche sulla sanità che è un tema sul quale siamo molto impegnati in provincia di Frosinone. Un tema molto sentito dai cittadini che chiedono una sanità più efficiente”. Perché davanti le prefetture? “Siamo sotto le prefetture di tutta Italia per manifestare e sollecitare i prefetti ad intervenire nei confronti del governo su temi importanti che nel nostro paese non sono più rinviabili”.