Scale mobili della metro, a Roma mancano i pezzi di ricambio: “Stazioni minori cannibalizzate”

Depredati gli impianti nelle fermate in cui non sono indispensabili. Linea C, Roma Metropolitane fa causa ai costruttori per il consumo troppo rapido delle ruote: “Ko 5 treni su 13”

Come riportato su repubblica Prima di Natale sono stati costretti a chiedere scusa ai pendolari e ai turisti per le ripetute chiusure delle stazioni della metro A, da Spagna a Barberini, causate dai malfunzionamenti delle scale mobili. Senza contare il caso di Repubblica, fermata per cui non c’è ancora una data di riapertura dopo l’incidente che ha coinvolto anche un gruppo di tifosi del Cska Mosca. Poi, stanchi di rispondere alle critiche dei cittadini e delle opposizioni, un paio di settimane fa si sono affacciati di prima persona nel ventre dell’underground capitolino per capire cosa stesse succedendo. E lì hanno scoperto quale fosse il problema degli impianti di risalita. O meglio, il rimedio: “Per ripararne una se ne cannibalizza un’altra. Così ci hanno raccontato i tecnici” . La rivelazione è di ieri e a infilarla in una domanda a un dirigente di Atac invitato alla commissione Trasporti, è stato il capogruppo 5S Giuliano Pacetti.

Passata in sordina, la questione è rimasta senza risposta: “Sappiamo solo che sono state avviate verifiche extra rispetto al contratto di manutenzione”. Ma a confermarla a fine seduta è arrivato anche il presidente della commissione, il grillino Enrico Stefàno: “Così ci hanno raccontato quando siamo andati alla stazione Barberini per un sopralluogo. Purtroppo c’è un problema di ricambi. Non sono così facili da reperire e ci vuole tempo per averli. Così, stando a quello che ci hanno detto, è capitato che venissero presi da altri impianti” . Magari da quelle scale mobili non indispensabili, piazzate in stazioni in cui non sono l’unica opzione per scendere dal piano dei tornelli ai binari e viceversa. Ecco, allora, una quantomeno parziale spiegazione dell’effetto domino che pare aver colpito negli ultimi mesi gli impianti delle metro A e B. Una situazione che, tra transenne e operai al lavoro, impatta anche sul “decoro”, come ha sottolineato l’altro consigliere pentastellato Pietro Calabrese

Per ricevere repliche più dettagliate, oltre all’indicazione che ” il problema risulta in via di risoluzione ” arrivata ieri mattina, gli eletti 5 Stelle e quelli delle opposizioni dovranno attendere la convocazione di un’altra riunione.

Intanto arrivano novità sulla metro C. Per la vicenda delle ruote e del loro eccessivo consumo sta per partire un contenzioso tra la partecipata del Campidoglio, Roma Metropolitane, e i costruttori. “Parliamo di danni diretti, come l’acquisto anticipato delle ruote da parte di Atac o l’integrazione della lubrificazione. Stiamo facendo, quindi, le valutazioni per andare in giudizio civile con il contrante generale per chiedere maggiori danni, oltre a quelli diretti” , ha spiegato il responsabile del procedimento della linea c, Andrea Sciotti. Le ruote sono state sostituite a 300 mila chilometri, mentre dovevano essere sostituite a 650 mila. ” Ora – ha spiegato il tecnico – la situazione sembra essere rientrata” . Ma non l’intenzione di procedere con una causa. Perché il problema, nonostante sia stato risolto con una serie di accorgimenti, pesa ancora oggi: il numero di treni a disposizioni sulla linea verde si è ridotto drasticamente proprio per la sostituzione delle ruote. Oggi ne circolano solo 8 su 13.

DI LAURA BARBUSCIACapitolo buone notizie: la tratta che per ora collega San Giovanni alla periferia Est migliorerà le sue performance a breve. “Abbiamo l’impegno di Metro C di fornire entro marzo la documentazione sulla sicurezza necessaria per garantire una nuova frequenza del passaggio dei treni a 8-9 minuti su tutta la linea. L’attuale cadenzamento non è adeguato alla richiesta di trasporto nella parte periferica ” , ha concluso Sciotti. L’obiettivo è migliorare i dati 2018: nelle tre metro sono stati 215 milioni i passeggeri e lecorse sono aumentate dell’8 per cento rispetto al 2017.

fonte:repubblica.it

https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/02/05/news/scale_mobili_della_metro_a_roma_mancano_i_pezzi_di_ricambio_stazioni_minori_cannibalizzate_-218336331/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.