Rugby: L'Aquila gioca e vince, 27-20 al Gran Sasso. In 19 nel foglio gara

Dopo aver saltato la prima partita di serie A per mancanza di giocatori, lo storico club neroverde riesce a giocare il derby grazie al prestito di 8 atleti dalla Polisportiva, ma i numeri restano contati: 19 a referto, quattro meno del solito.

Sono scesi in campo e hanno anche vinto. L’Aquila Rugby Club è salvo, almeno per il momento, e può festeggiare il primo successo nel campionato di serie A 2017-18, il 20-27 imposto nel derby esterno contro il Gran Sasso. Decisiva la mischia, superiore nonostante i pochi atleti a disposizione (un solo cambio in prima linea). Dopo aver saltato la prima giornata di campionato per mancanza di uomini, dopo aver temuto l’esclusione dal torneo per la prima volta dopo più di 80 anni di storia e cinque scudetti, i neroverdi hanno fatto il primo passo verso la salvezza di un pezzo di storia del rugby italiano. Il cammino, però, sarà ancora lungo.
FUTURO INCERTO — A Villa Sant’Angelo, infatti, i neroverdi sono scesi in campo in 19, cioè con soli quattro uomini in panchina – uno, obbligatorio, di prima linea – contro i consueti 23. L’accordo con la Polisportiva L’Aquila, l’altra anima della palla ovale cittadina che si occupa soprattutto delle giovanili e che, sotto garanzia del sindaco, ha prestato otto giocatori al Rugby Club, permette infatti di sopravvivere, ma non certo di condurre tutto il campionato. La rosa rimane infatti risicata e le casse del club restano in crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto