Si sono svolti questa mattina alle 11 nella cappella di Sant’Onofrio all’ospedale pediatrico Bambin Gesù i funerali della piccola Faith, 6 mesi, e del fratello Divine di poco meno di due anni. I fratellini erano stati gettati dalle scale dalla mamma Alice Sebesta, 33enne di origini tedesche, mentre era detenuta nel carcere femminile di Rebibbia. Era stata trovata in possesso di 10 chili di marijuana nascosti nelle confezioni di pannolini.

Una funzione raccolta e commossa in cui hanno partecipato tanti tra medici e infermieri dell’ospedale dove il piccolo Divine era stato trasportato e ricoverato in condizioni disperate dopo la tragica caduta. Nonostante i ripetuti tentativi di rianimazione, il piccolo è però deceduto mentre la sorellina di pochi mesi era morta sul colpo.

E’ stato uno dei cappellani del carcere a celebrare le esequie: “Lancio un appello alle istituzioni, al ministero della Giustizia perché vengano promosse iniziative per eliminare la detenzione dei bambini per sempre. La responsabilità sociale di queste persone non è solo del personale penitenziario” ha detto dall’altare, concludendo “Nessuno di questi bambini è dimenticato dal Padre”. Parole di comprensione anche per la mamma Alice:” Che Dio le conceda di trovare la pace”. Presenti alla cerimonia anche il procuratore aggiunto Maria Monteleone e, per il Comune, l’assessora Laura Baldassarre mentre la sindaca Raggi ha chiesto un minuto di silenzio ai partecipanti al convegno sulla democrazia diretta e ha proclamato giornata di lutto cittadino per la morte dei bimbi, con le bandiere listate a lutto.

La cerimonia è stata organizzata dallo stesso ospedale che ha predisposto, insieme al Comune di Roma, anche il trasporto delle salme in Germania. Dove il papà, Ehis Eigebelelou di origini nigeriane, è attualmente detenuto.