Il risotto con le poverelle altro non è che il risotto alle vongole come viene chiamato sulla riviera romagnola. Le vongole in Romagna vengono infatti dette poveracce, tradotto in poverelle appunto, vediamo quindi come lo prepara nonna Nanni come da vera ricetta della tradizione. Il segreto è quello di sostituire sia il vino che la semplice acqua, vediamo con cosa. Ecco la ricetta

Risotto con le poverelle, Ingredienti

  • 1 Kg vongole spurgate
  • 350 g riso Vialone nano oppure Carnaroli
  • limone q.b
  • prezzemolo q.b
  • burro q.b
  • brodo di pesce
  • 1/2 Kg di cozze
  • olio extravergine di oliva q.b
  •  sale

Risotto con le poverelle, Procedimento

Iniziamo col preparare il nostro brodo di pesce se non lo avete comprato già pronto. In realtà è molto semplice e possiamo farlo grazie alle cozze. In una pentola mettere un filo d’olio e uno spicchio d’aglio quindi gettare le cozze ( prima lavate e spurgate). e coprire. Le cozze rilasceranno parecchia acqua, quindi una volta aperte estrarre i mitili che potranno essere utilizzati con una spruzzata di pepe, prezzemolo e limone come simpatico antipasto, e aggiungere meno di mezzo litro di acqua e continuare a tenere sul fuoco. Il nostro brodo di pesce è pronto.

Iniziamo quindi la preparazione delle vongole, Dopo averle ben lavate sotto acqua corrente e messe a spurgare in acqua e sale, prendete una padella, olio aglio fate rosolare e infine versate le vongole. Quando le vongole si saranno aperte quindi toglietele e sgusciatene una buona parte. Il sugo che avranno rilasciato dovrà essere quindi filtrato in un colino  rete molto stretta e messo da parte in una ciotola.

Iniziamo quindi il nostro risotto, nella stessa pentola aggiungete una noce di burro e fate tostare il riso per 3 minuti. Quindi aggiungete, senza abbandore ma poco alla volta, il bordo di cozze e continuate questa operazione per circa 13 minuti. Quando mancano circa 5 minuti alla cottura iniziate aggiungendo anche il sughetto delle vongole. Questo anche va aggiunto molto lentamente e consigliamo di assaggiare di tanto in tanto per controllare la sapidità. Alla fine versate al suo interno le vongole sgusciate e mescolate il tutto.

Se vi piace più cremoso potete aggiungere per amalgamare una noce di burro e qualche goccia di limone. Servite il vostro risotto alle poverelle guarnendolo con le vongole intere e una bella sventolata di prezzemolo tritate fresco, e a chi piaccia anche di pepe.  Ed ecco il nostro piatto super buono e cremoso. Per altre ricette con le vongole leggi qua

Leggi anche: Sautè di vongole perfetto, il segreto della nonna napoletana: “Ecco cosa aggiungo insieme alle vongole per averle succose e mai secche”

risotto alle vongole