Benedetta: il procedimento semplice che possono cucinare tutti

Ingredienti

Per il brodo 

  • 2 l acqua
  • coste di sedano q.b.
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • pomodori

Per il risotto

  • 350 g riso per risotti
  • 300 g funghi misti surgelati
  • 20 g porcini secchi
  • 150 ml vino bianco
  • 1 aglio uno spicchio
  • 50 g formaggio grattugiato
  • 15 g burro una noce
  • pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • prezzemolo tritato, q.b.

Preparazione

Per prima cosa partiamo dal brodo. Certo, se avete poco tempo potete usare il dado anche se non sono sempre più salati del normale, sanno di industriale. Per fare un brodo davvero non ci vuole niente. Basta sbucciare giusto la carota, il sedano, pomodoro e cipolla, se volete una patate e il gioco è fatto. Aggiungete del sale e portate a bollore. Se rimane lo potete anche mettere in frigo. Se avete un po’ di tempo fatelo scaldare qualche ora prima, anche una basta.

Mentre il nostro brodo si cuoce mettiamo i funghi secchi in acqua in maniera che possano ammorbidirsi. Ci vorranno circa 10 minuti, non di più ( è davvero semplice). Ora prendiamo una padella alta per risotti, se non l’avete potete usare una Wak, se non l’avete un pentolino o una padella ( ma non è l’ideale). Facciamo un giro di olio e fate imbiondire l’aglio. Aggiungiamo ora i funghi misti ( i funghi surgelati) e i funghi secchi. Aggiustate anche di sale e pepe. Per dare più sapore aggiungete anche l’acqua dei funghi filtrandola con un colino. Rosolate a fiamma vivace per circa 10 minuti.

Nella padella dove abbiamo messo a cuocere i funghi aggiungiamo il riso e facciamolo tostare. Se non avete la bilancia considerate mezzo bicchiere di riso a persona. Dopo qualche minuto, un paio circa, cominciate ad aggiungere il vino. Appena sfuma il vino andate giù con il brodo e aggiungete il brodo ogni volta che l’acqua si secca ( in questo modo l’amido uscirà tutto e il risotto sarà più cremoso).

Una volta che il riso è cotto spegnete subito e aggiungete il burro e il formaggio grattugiato. Facciamo saltare e facciamo, quindi, prendere aria al risotto. Impiattate e buon appetito.