Centinaia di persone, esponenti dei sindacati di base, di alcuni partiti di sinistra e dei centri sociali si sono dati appuntamento, oggi pomeriggio a Torino, sotto la Prefettura in piazza Castello, per esprimere solidarietà a Domenico Lucano, il sindaco di Riace messo agli arresti domiciliari per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
I manifestanti hanno sfilato per le vie del centro città dietro uno striscione con su scritto: “L’obbedienza non è una virtù. Torino per Riace. Mimmo libero”.
Molti gli slogan: “intolleranza no. Accoglienza sì”, “Divisi siamo niente, uniti siamo tutto. Organizziamoci”, “Riace. Riscatto in terra di ‘Ndrangheta”, “Se l’ingiustizia diventa legge, la resistenza è un dovere”.