Rapper 21 Savage arrestato nel giorno del Super Bowl per soggiorno illegale

di Redazione Tvzap

L’artista britannico ha alle spalle trascorsi molto difficili e anche di natura criminale

È finito in manette ad Atlanta, dove era in programma la finale del Super Bowl, il rapper britannico 21 Savage. Il motivo dell’arresto sarebbe il soggiorno illegale dell’artista nel Paese per più di un decennio. Il rapper aveva partecipato negli ultimi giorni agli eventi che anticipavano la finale, esibendosi al Superbowl Music Fest lo scorso giovedì.

Chi è 21 Savage
La sua musica è fortemente autobiografica, con particolare enfasi sugli aspetti violenti e criminali del suo passato, tra cui omicidi e spaccio di droga. 21 Savage è lo pseudonimo di Shayaa Bin Abraham-Joseph, nato il 22 ottobre 1992 ad Atlanta, in Georgia. Il rapper è noto per i suoi mixtape, The Slaughter Tape e Slaughter King, e per i suoi EP Free Guwop e Savage Mode con Metro Boomin. Il giovane è stato cresciuto dalla madre Heather, di origine dominicana, in una famiglia composta da altri quattro fratelli e sei sorelle. In seconda media, il rapper venne espulso in modo permanente da ogni scuola nel distretto scolastico della contea di DeKalb a causa di possesso d’armi e per questo motivo frequentò le scuole nell’area metropolitana di Atlanta prima di essere rinchiuso in un centro di detenzione giovanile. Una volta libero, Abraham-Joseph completò la terza media. Il giovane ha fatto parte di una banda di strada affiliata alla nota gang dei Bloods di Los Angeles e ha svolto l’attività di spacciatore prendendo parte anche a rapine e furti d’auto. Nel 2013, il giorno del suo ventunesimo compleanno, Abraham-Joseph venne anche colpito da sei proiettili da una banda rivale. Lo stesso anno suo fratello Johnny venne ucciso durante un tentativo di rapina. L’attentato nel giorno del suo ventunesimo compleanno è all’origine del nome d’arte 21 Savage.

fonte: https://tvzap.kataweb.it/news/247415/rapper-21-savage-arrestato-nel-giorno-del-super-bowl-per-soggiorno-illegale/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.