Visite Articolo:
76

Promuovere percorsi di inclusione sociale e lavorativa destinati ai migranti. In particolare, a cittadini di Paesi terzi titolari di protezione internazionale e umanitaria, titolari di permesso di soggiorno rilasciato nei casi speciali e per protezione speciale, che consentono lo svolgimento di attività lavorativa, nonché i cittadini stranieri entrati in Italia come minori non accompagnati e regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale. Euromediterranea, l’agenzia di sviluppo di Foggia che fa parte del consorzio di cooperative sociali Oltre, è fra gli enti accreditati per lo svolgimento dei Servizi al lavoro di Base e dei Servizi Specialistici in favore di migranti, nell’ambito del progetto “PUOI – Protezione Unita a Obiettivo Integrazione”. L’intervento è promosso dalla Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e attuato da ANPAL, e finanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) e dal Fondo Sociale Europeo (FSE) – PON Inclusione.

Euromediterranea, dunque, è impegnata nell’attivazione dei percorsi che si basano sullo strumento della “dote individuale”, che consente la costruzione di Piani d’Azione Individuali, l’erogazione di servizi specialistici di orientamento, valorizzazione e sviluppo delle competenze, accompagnamento alla ricerca di un lavoro e l’attivazione di tirocini della durata di sei mesi durante i quali è previsto il riconoscimento di un’indennità di € 500,00 (mensili) al beneficiario e di € 600,00 (totali) per il soggetto ospitante come contributo per l’attività di tutoraggio erogati direttamente da ANPAL.

Di conseguenza, chi è interessato a beneficiare delle azioni previste nel Progetto PUOI, può segnalare entro il 29 luglio 2022 i beneficiari disponibili ad avviare i percorsi mediante l’invio di una mail pec all’indirizzo euromediterranea@legalmail.it allegando:

– Permesso di soggiorno (se in scadenza o scaduto allegare il cedolino/kit per la richiesta di rinnovo del permesso);

– Tessera sanitaria;

– Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID) rilasciata dal centro per l’impiego (se già in possesso).