Un fulmine è caduto tra i bagnanti su una spiaggia tra Porto Cesareo e Torre Lapillo, in Salento, provocando quattro feriti: tra questi un ragazzino di 13 anni, che giocava vicino alla battigia.

Il fulmine si è abbattuto su un gruppo di ragazzini senegalesi che giocavano a a calcetto su un tratto di spiaggia libera tra i lidi ‘Le Dune’ e ‘Il Tabù’. Dei cinque ragazzini coinvolti ad avere la peggio sono stati un 17enne e soprattutto un 13enne, quest’ultimo ricoverato in rianimazione al Vito Fazzi di Lecce. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi.

Andato in arresto cardiaco é stato rianimato grazie al pronto intervento del bagnino de ‘Le Dune’, accorso col defibrillatore, e da alcuni infermieri liberi dal servizio che si trovavano nello stabilimento balneare. Anche per il 17enne si è reso necessario il trasporto in ospedale,  mentre gli altri tre ragazzini sono stati soccorsi sul posto dal118.

Al momento dell’incidente non pioveva, ma in lontananza si avvertivano i primi tuoni. Sul posto sono intervenuti anche i militari della Capitaneria di Porto.