Pistoia, minore legata e maltrattata dai compagni di scuola

Brutta vicenda nei pressi di Pistoia, dove una minore, dopo essersi ubriacata, è divenuta vittima dei maltrattamenti di altri studenti

Una brutta vicenda si è svolta a Pistoia, dove una minore, che aveva abusato di sostanze alcoliche, è stata prima costretta a un palo, per poi divenire la vittima di una serie di ulteriori maltrattamenti messi in atto da un gruppo di altri giovani. La ragazza, che risulta avere quindici anni, si sarebbe recata presso l’assemblea d’istituto, quella che mensilmente viene organizzata da qualunque studentato d’Italia, ma quella che sarebbe dovuta essere una mattinata densa di spensieratezza, è finita per assumere tratti di tutt’altro tipo.

Sul Corriere della Serache ha parlato del caso, viene pure sottolineato come la ragazzina potrebbe aver portato con sè un quantitativo non indifferente di birre.

Fatto sta che i responsabili di quella che sembrerebbe essere una sorta di aggressione (le indagini sono in corso) non le hanno solo colorato la faccia, ma le hanno pure sigillato la bocca mediante l’applicazione dello scotch. La serie di comportamenti che sono stati messi in atto col fine di bullizzare la studentessa avrebbero avuto luogo pure “grazie” allo stato confusionale della stessa, che è stato sfruttato da coloro che hanno pensato di poter procedere in questo modo. A completare il quadro di questo episodio di bullismo, poi, c’è un altro dettaglio: la minore è anche svenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.