Le pennette alla vecchia bettola sono un primo della tradizione romana davvero super cremoso e goloso. Il segreto di questo piatto sta tutto nella cottura del sugo che per tradizione non va eseguito in padella bensì direttamente in forno e l’aggiunta di vodka e panna fresca. Volendo si può anche cambiare leggermente la ricetta e cuocere i datterini in padella con olio, aglio, cipolla e peperoncino, e infine sfumarli con la vodka e poi cuocerli in forno. Infine frullati con panna fresca e fatti nuovamente addensare in padella per ottenere il sughetto cremoso.

Questa versione è leggermente diversa da quella tradizionale che invece vi andiamo a proporre e che prevede la cottura totalmente in forno. Nella nostra versione, che ci ha svelato una nonna romana e che è molto più fedele all’originale, i pomodori vengono portati a cottura direttamente in forno: sicuramente ci vorrà più tempo per prepararli però il risultato finale sarà davvero unico. Sicuramente se non li avete mai provati sarà una sensazione del tutto nuova e squisita. Per la nostra ricetta abbiamo utilizzato le penne rigate, meglio se trafilate al bronzo, ma può essere usato qualsiasi tipo di pasta, meglio se corta e porosa. Volendo si può sostituire anche la vodka con mezzo bicchiere di whisky o rum.  Vediamo quindi come si prepara:

Leggi anche: Pennette fumè, con il sughetto “Arruscatiello” dal sapore affumicato che farà impazzire tutti. Si preparano in 10 minuti

Pennette alla vecchia bettola, Ingredienti

  • 400 grammi di pennette rigate
  • 300 grammi di pomodori datterini
  • 250 ml di panna fresca
  • mezzo bicchiere di vodka liscia
  • 80 grammi di parmigiano grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • mezza cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • origano q.b
  • peperoncino q.b ( se piace)
  • olio evo q.b
  • sale q.b
  • pepe q.b

Preparazione

Iniziamo la preparazione delle pennette alla vecchia bettola prendendo una padella antiaderente bella capiente ben unta con un filo d’olio evo e mettendo a soffriggere lo spicchio d’aglio con la mezza cipolla finemente tritata. Continuiamo la rosolatura a fiamma bassa finché non saranno belli dorati, rigirando di tanto in tanto on un mestolo di legno. Aggiungiamo quindi l’origano e se piace il peperoncino fresco tagliuzzato. Fatto ciò sfumiamo con la vodka e lasciamo evaporare. Infine aggiungiamo i datterini tagliati a metà.

Aggiusta di sale e di pepe e lasciamo cuocere i pomodorini a fuoco lento e mescolando di volta in volta per almeno dieci minuti. Quando vedrete i datterini belli appassati, mettete tutto il sughetto in una teglia da forno  e infornate per mezz’ora a 180 gradi. Passata la mezz’ora togliete il dugo dal forno e passatelo in un mixer e inizia a frullare il tutto fino ad avere un sugo omogeneo e cremoso.

Versiamo il sugo ottenuto di nuovo in padella e aggiungiamo la panna fresca mescolando velocemente il tutto. Intanto avremo messo a bollire abbondante acqua salata dove andremo a cuocere le nostre pennette. Pochi minuti prima del tempo di cottura indicato, scolate la pasta al dente e versatela direttamente nella padella con il sugo. Mescola bene e aggiungi il parmigiano grattugiato e prezzemolo tritato. Manteca tutto ancora su fiamma alta per qualche minuto e togli dal fuoco. Le nostre pennette alla vecchia bettola sono pronte per essere impiattate. Questo piatto va consumato bello caldo ma volendo puoi preparare il condimento prima e conservarlo in frigo per massimo un giorno.

Leggi anche: Pennette del pirata Zezzè, il primo cremosissimo con un sughetto tutto a crudo. Basta un mixer e il piatto è pronto. Facile, veloce e goloso

penne alla vecchia bettola piuricette