GENOVA – La storia che ci ha raccontato Roberto attraverso la mail pergenova@primocanale.it ha dell’incredibile. L’autostrada per chi attraversa Genova è diventata più cara. Sembra impossibile, ma abbiamo verificato: è tutto vero.

Società Autostrade aveva comunicato, alcuni giorni dopo il crollo del ponte, che non si paga più il pedaggio tra i caselli di Genova Pegli, Pra, aeroporto e Genova Est.

Vediamo cosa è successo. Per andare da Arenzano a Busalla prima del crollo del ponte si pagavano 3 euro e 60 centesimi, ovviamente senza mai uscire dall’autostrada.

Ora, nella stessa tratta, uscendo a Genova Aeroporto, entrando in città, attraversando Sampierdarena, rientrando in autostrada a Genova Ovest e uscendo a Busalla, il costo complessivo è di 3 euro e 70 centesimi.

Come è possibile? In pratica se i caselli di entrata e di uscita sono tra quelli indicati da Autostrade effettivamente il tratto in questione non si paga. Altrimenti il pagamento è addirittura maggiorato rispetto a quanto avveniva prima del crollo. Per tutti quelli che attraversano Genova, quindi costretti anche ad uscire e rientrare dall’autostrada, non solo non c’è alcuno sconto, ma si paga addirittura di più.

Abbiamo verificato sul sito di Autostrade, sezione percorsi e pedaggi. E’ proprio così. Roberto, che ci ha scritto la mail qui sotto riportata, ha tristemente ragione.

Questa la segnalazione che ha trovato conferma

“Buongiorno, sono un pendolare che da 16 anni percorre la tratta Arenzano-Busalla, non per scelta ma perché la mia azienda ha deciso di spostarsi in valle Scrivia ….ho percorso il ponte Morandi circa 10560 volte solo per lavoro e chissà quante altre volte per altri motivi…mi ritengo fortunato perché il giorno del crollo ero in ferie…ed è forse per questo che oltre al disagio creatomi societa autostade ha deciso di concedersi un aumento ovvero fino al giorno 13 Agosto la tratta Arenzano Busalla costava 3.60 euro da Lunedi 20 la tratta costa 3.70 ovvero Arenzano-Genova aeroporto 1.70 euro ..Genova ovest -Busalla 2 euro….grazie saluti