Il vicepresidente del consiglio superiore della magistratura ha annunciato che avanzerà richiesta formale per un decreto legge: “Bisogna fare come per l’Aquila per evitare la prescrizione dei processi”

Il Csm avanzerà formalmente la richiesta al ministro della Giustizia di intervenire con un decreto legge sull’emergenza del Palagiustizia di Bari. Lo ha detto il vice presidente del Csm Giovanni Legnini che chiede a Bonafede di intervenire sull’emergenza giustizia a Baricosì come si fece a seguito del terremoto dell’Aquila.”Se vogliamo far sì che non si realizzino situazioni di difficoltà come la prescrizione dei processi – ha detto intervistato da Tg2 – occorrono intervenire con strumenti normativi, procedurali e con risorse, come si fa a seguito di calamità naturali”. “Ho vissuto la vicenda dell’Aquila – ha aggiunto – anche lì si verificò la paralisi dell’attività giudiziaria e anche lì si intervenne con decreto”.
Il decreto legge per intervenire sull’emergenza del palazzo di giustizia di Bari è necessario anche per “evitare la prescrizione dei processi”, ha precisato Legnini.