Visite Articolo:
96

Il prelievo multiorgano sul diciannovenne lucano, scomparso per una emorragia cerebrale, è stato effettuato nella tarda mattinata di oggi nelle sale operatorie dell’ospedale San Carlo di Potenza. A causa della giovane età del donatore, le operazioni di prelievo sono state condotte da una equipe di medici provenienti da diversi ospedali romani. Il direttore generale dell’Aor San Carlo, Giuseppe Spera, “nel dichiararsi affranto per la dolorosa circostanza che ha privato la comunità regionale di una giovanissima risorsa, ha ringraziato la famiglia che, nel momento più complicato della propria esistenza, con l’assenso alla donazione, ha avuto la forza di pensare alla vita di altri grazie al gesto nobile di grande umanità. Il riconoscimento della direzione dell’Azienda ospedaliera giunga ai medici e agli operatori coinvolti nelle operazioni di prelievo di organi, dal Centro trapianti regionale dell’ospedale di Matera, alla Rianimazione e al Gruppo operatorio di Potenza, “per aver contribuito -ha concluso Spera- ognuno per la propria parte, a portare a termine il prelievo e a realizzare quel desiderio di voler continuare a mantenere vivo il ricordo del proprio figliolo attraverso la gioia e la speranza di una nuova vita portata in dono a quei cittadini beneficiari degli organi prelevati”.