Orecchiette cozze e mandorle. Le orecchiette con le cozze, prezzemolo, e lamelle di mandorla bianca,  sono un gustosissimo primo piatto facile e veloce da preparare, dal successo garantito, ottimo per il palato e anche per gli occhi.

Un piatto che può essere gustato anche in estate considerata la freschezza di questi pochi ingredienti e la facile reperibilità. Ma scopriamo come si cucinano e quando è semplice la preparazione.

Ingredienti per quattro persone:

  • 320 gr. orecchiette
  • 1 kg. di cozze
  • 1 spicchio d’aglio
  • 100 gr. lamelle di mandorla bianca
  • Olio evo q.b
  • Sale q.b
  • Prezzemolo q.b.
  • ½ bicchiere di vino bianco

Procedimento

Per preparare le orecchiette con le cozze, prezzemolo, e lamelle di mandorla bianca, iniziate con pulire e lavare le cozze sotto abbondate acqua corrente, mettetele in una capiente casseruola, con il vino, e fatele aprire, a fiamma vivace.

Mano a mano che si aprono, mettetele in un piatto, lasciatele raffreddare leggermente, e procedete ad eliminare i gusci, conservandone qualcuna intera per guarnire il piatto. Recuperate e filtrate il liquido rilasciato dalle cozze, durante la cottura.

In una padella larga, mettete l’olio evo, e l’aglio, lasciatelo imbiondire ed eliminatelo. Tritate finemente il prezzemolo, mettetelo nella padella insieme al liquido rilasciato dalle cozze, lasciate cuocere per qualche minuto, spegnete ed unite le cozze sgusciate.

Cuocete le orecchiette in abbondante acqua leggermente salata, (regolatevi con la sapidità del liquido rilasciato dalle cozze ), colatele al dente direttamente nella padella, amalgamate il tutto per un minuto, impiattate, completando il piatto con le lamelle di mandorle e le cozze con il guscio. Buon appetito

Orecchiette cozze e mandorle
Orecchiette cozze e mandorle: tre ingredienti per un primo piatto da squisito

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef e mette un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it

Tratto dal blog La Gazzetta dei sapori i Roberto Esse ( ricetta di Michele Esse)