Visite Articolo:
105

Approdata nel  porto di Bari  assegnato dal governo,  la nave Humanity 1, con a bordo duecentosessantuno  persone. La macchina dell’accoglienza, coordinata dalla Prefettura del capoluogo pugliese è pronta per le operazioni di sbarco, assistenza sanitaria ed identificazione. Secondo l’ ong Sos Humanity , nell’imbarcazione “ci sono persone con evidenti segni di tortura che hanno subito secondo  fonte dell’organizzazione non governativa abusi sessuali, ed “hanno ustioni dovute alla miscela di benzina e acqua salata”. Altri hanno disturbi da stress post traumatico. Molte ferite riportate in Libia sono state curate dallo staff”. Tra i migranti 40 donne: 28 adulte e 12 minorenni. I minori sono 93, 67 dei quali non accompagnati, 23 bambini sotto i 14 anni e tre neonati. Sulla nave anche tre donne incinte.