Visite Articolo:
33

“Le aree della Basilicata indicate come possibili sedi di un deposito di scorie radioattive sono a bassa idoneità, e quindi da escludersi in vista della valutazione definitiva”. E’ il commento del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

“La ragione principale è che le aree della Basilicata sono in zona sismica 2. – ha proseguito il ministro – Va altresì valutato che la grande parte dei rifiuti nucleari è già collocata in aree del Paese distanti dalla Basilicata”.