Visite Articolo:
82

“La giornata di mobilitazione del 6 maggio dei lavoratori di Acciaierie d’Italia, Ilva in As e appalto ha mostrato, per chi non se ne fosse accorto, una situazione che è divenuta insostenibile per una vertenza che dura ormai da troppi anni e non riesce a trovare una risoluzione definitiva alle tante problematiche che attanagliano la fabbrica e la città”. Lo ha detto Francesco Brigati, coordinatore di fabbrica e componente della segreteria provincia Fiom Cgil in merito alla vertenza ex Ilva. “La giornata di sciopero – aggiunge – sarà ricordata anche per l’ingresso in scena, presso la portineria A, dell’Amministratore delegato di Acciaierie d’Italia, Lucia Morselli, contestata da tutti i lavoratori per tale uscita improvvida e offensiva verso chi manifestava anche per la cattiva gestione dello stabilimento siderurgico”.