Visite Articolo:
85

Il nuovo governo nazionale dovrà lavorare ad un allineamento alla media europea della spesa pubblica per infanzia e famiglia e ad un piano di sostegno alla natalità, prevedendo anche asili nido gratuiti, nido aziendali e ludoteche. Girando per la Basilicata ascolto, sconfortato, storie di giovani che lamentano, giustamente, la paura  di mettere su famiglia e fare figli. E’ una cosa inaccettabile”. Lo dichiara Aldo Mattia, candidato di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati alle elezioni del 25 settembre, al collegio plurinominale della Basilicata. “Nel programma di governo del centro destra è prevista la riduzione dell’aliquota iva sui prodotti e servizi per l’infanzia, l’aumento dell’assegno unico e universale, la progressiva introduzione del quoziente familiare e il sostegno concreto alle famiglie con disabili a carico attraverso l’incremento dei livelli essenziali di assistenza sociale. Inoltre sarà importante impegnarsi per introdurre politiche di conciliazione lavoro-famiglia per madri e padri, una maggiore tutela del lavoro delle giovani madri, agevolazioni per l’accesso al mutuo per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie e un sostegno ai genitori separati o divorziati in difficoltà economica. Si tratta di misure – conclude Mattia – a cui il nuovo esecutivo di centro destra, se gli italiani lo vorranno, dovrà immediatamente dedicarsi”.