Visite Articolo:
64

L’assessore alle Politiche Agricole, Forestali e Alimentari di Basilicata, Francesco Cupparo, ha presentato il piano di azione per contrastare l’emergenza cinghiale, con una proiezione triennale e un finanziamento complessivo di 3 milioni di euro (di cui 1,8 milioni fondi P.O. Val d’Agri con interventi da attuare nei 35 Comuni del comprensorio).

Il progetto prevede interventi finalizzati ad incentivare tutte le possibili azioni di contrasto alla crescita esponenziale di cinghiali che registra un incremento annuo dell’ordine di 20mila capi. Tra le azioni strategiche individuate vi sono il corrispettivo ai cacciatori che consentirà di allargare la platea degli esecutori materiali degli abbattimenti attraverso l’ assegnazione di un congruo ristoro per le spese sostenute; la fornitura di “chiusini” agli agricoltori con incentivo per l’installazione e la gestione; la predisposizione di un servizio di raccolta dei cinghiali abbattuti; la collaborazione con il Servizio Veterinario fondamentale per un efficiente monitoraggi sanitario; la dislocazione di un numero congruo di celle refrigeranti; attività logistiche di raccolta delle carcasse; attivazione di un centro di lavorazione delle carne di cinghiale.t