La storia di Adam ha raggiunto il limite: il clochard polacco verso il rimpatrio

Cassino – L’uomo continua a scappare dalle strutture per tornare sotto i portici. Cittadini furiosi

Vive in condizioni igienico sanitarie inaccettabili sotto i portici di piazza Diamare FOTO A. CECCON
La storia di Adam ha raggiunto il limite. Dopo l’ultima fuga dalla struttura nella quale era stato accolto circa un mese fa e il suo ritorno alla vita di strada, martedì pomeriggio il clochard in pieno pomeriggio ha tranquillamente urinato seduto sul marciapiedi in mezzo ai passanti.
La scena è stata immortalata da un cittadino ed è stata postata su un social diventando virale in pochi minuti. Sul posto erano presenti anche molte mamme con i figli che passeggiavano tranquillamente nel centro e che, alla vista dell’uomo intento a sbottonarsi la cerniera, si sono allontanate disgustate.
I cassinati sono furiosi, la misura è colma. Oltre al degrado, adesso inizia a essere ormai un problema di tipo igienico. Così ieri mattina sono intervenuti gli agenti di polizia del Commissariato di Cassino.
Gli uomini guidati dal vice questore Alessandro Tocco hanno scortato il clochard polacco al pronto soccorso dove è stato trasportato a bordo di un’ambulanza. L’uomo era in evidente stato di alterazione e non ha saputo rispondere alle domande dei medici o degli agenti.
Nel pomeriggio è arrivata la firma per un Tso e l’uomo resterà ricoverato nella struttura ospedaliera per ricevere le cure del caso. Adam era stato già ricoverato in una struttura specializzata che si trova fuori dal territorio comunale di Cassino all’inizio di settembre. Ma dopo pochi giorni ne era uscito, qualcuno lo ha aiutato a tornare sotto i portici della città martire. Ora la gente non ne può più: «È una questione di rispetto. Quell’uomo non vuole essere aiutato, si comporta male con tutti e vive nella sua urina e nei suoi escrementi» ha tuonato un commerciante, che sintetizza bene lo stato d’animo della cittadinanza. Ora dal Comune stanno valutando diverse soluzioni che però siano definitive, Adam non può più tornare sotto i portici, se necessario sarà rimpatriato nel suo Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto