La Mozzarella in Carrozza di Nonna Maria, la tradizionale ricetta per averla croccante fuori e morbida dentro

Ma chi non ha mai mangiato una mozzarella in carrozza? Non si nasce salutisti, si diventa, ma anche chi lo diventa deve fare la guerra con se stesso per non mangiarla. Croccante fuori, morbida dentro, profumata, da accompagnare ad una bibita gelata per sgrassare il tutto. Siamo ad altissimi livelli di friggitoria e cucina. Una volta la si faceva con il pane, negli anni le cose sono poi cambiate: le ricette delle nostre mamme e poi quelle che abbiamo trovate in molti ristoranti e rosticcerie sono diventata meno sostanziose. Al posto del pane, infatti, molti usano in pancarrè, qualcuno il pane americano ( ancora più grasso però). Il risultato è diverso, ma alla fine il sapore è sempre lo stesso. Ma andiamo a vedere di cosa si tratta usando la ricetta di nonna Maria.

Leggi anche –> Pasta del Maresciallo, il piatto che provoca dipendenza a chi lo assaggia

Ingredienti ( per 4 persone)

  • 8 fette di pane non troppo spesse, diciamo mezzo centimetro, ma anche un dito va bene ( nella foto abbiamo usato la palatina)
  • 3 uova intere
  • 4 tuorli
  • farina ( per la panatura)
  • 4 fette di fior di latte o mozzarella ( poi vedremo come fare a non farla sgocciolare)
  • pan grattato
  • sale ( poco)
  • Olio di arachidi per friggere

Preparazione dei latticini

La prima cosa da fare è la mozzarella o il fior di latte. Questi latticini, specialmente il primo, sprigionano tanto latte. La cosa giusta da fare sarebbe quella di comprarli e farli asciugare: non con il phone, bensì mettendoli nel frigo per circa 24 ore. Un casertano o un salernitano ( luoghi dove si fa la mozzarella di bufala doc) inorridirebbero, la mozzarella non andrebbe mai messa nel frigo, ma per il nostro scopo, si può fare. Qualcuno, molti anni fa, quando non c’erano tante regole, le congelava e poi le riusava nei momenti più opportuni, qualcuno ora lo fa ancora, ma lasciamo perdere.

Leggi anche –> Torta di frutta fresca senza pasta frolla, colorata, leggera e senza latticini: La ricetta super facile e Light

Preparazione del pane

Va bene qualsiasi tipo di pane, diciamo che il migliore è il cafone, magari quello grosso, la cui fetta viene tagliata in due tanto da lasciare un lato senza la crosta ( o scorza). Va bene sia il pane fresco che quello del giorno prima.

L’Impanatura

A questo punto prepariamo il tutto. Sbattiamo le uova intere in una ciotola, poi i tuorli in un’altra ciotola, il pan grattato in un’altra ciotola. La stessa cosa per la farina. Prendiamo due fette di pane e adagiamo dentro la fetta di fior di latte o mozzarella. Le intingiamo nelle uova sbattute, poi a seguire, nella farina, poi nei tuorli , poi nel pan grattato. A questo punto friggiamo in un pentolino dove abbiamo messo parecchio olio. Facciamo imbiondire e lo lasciamo riposare per qualche minuto nella carta assorbente in maniera tale che si possa mangiare a temperatura “umana”. E buon appetito.

Il segreto

Consigliamo di inserire nei tuorli d’uovo della farina, non tanta: una manciata basterà e mescolare con una frusta tanto da ottenere una sorta di pastella.

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef e mette un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it