Visite Articolo:
85

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha inaugurato ieri il Presidio logistico operativo territoriale (PLOT) di Protezione Civile di Montalbano di Fasano (Br) in via Teano 39, nel quale saranno operativi i volontari del Coordinamento provinciale di Protezione Civile. Sono intervenuti anche il presidente del Comitato regionale di Protezione Civile, Maurizio Bruno, il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, il dirigente di Sezione regionale della Protezione Civile, Nicola Lopane, e il presidente del Coordinamento Provinciale delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile di Brindisi, Giannicola D’Amico.

L’istituzione di cinque PLOT provinciali a Polignano a Mare (Bari), Barletta (Bat), Montalbano di Fasano (Brindisi), Foggia e Castellaneta Marina (Taranto) è stata definita con la DGR n. 802 dello scorso 6 giugno, che ha inoltre riconosciuto come SORT (Struttura Operativa regionale a scala territoriale) il presidio di Campi Salentina (Le), struttura che da tempo ospita una sala operativa attiva tutto l’anno, coordinata dai funzionari regionali della Protezione civile con il supporto del Coordinamento territoriale del Volontariato. Il PLOT di Montalbano è il primo a diventare operativo e garantirà un supporto logistico alle attività di monitoraggio e controllo sul territorio in riferimento ai rischi di protezione civile (in particolare incendi boschivi e rischio idrogeologico) grazie alla presenza, tutto l’anno, dei volontari in grado di attivarsi al bisogno e di intervenire anche con mezzi della Colonna Mobile regionale, sempre sotto il coordinamento della Sala Operativa Regionale e della Sezione Protezione Civile.

“Il Presidio logistico di Montalbano e la Struttura operativa di Campi Salentina rispondono alla necessità di intervenire rapidamente con efficacia ed efficienza con mezzi e uomini in caso di emergenza – ha detto il presidente Emiliano -. Il sindaco di Fasano e il presidente del Comitato di Protezione civile, Maurizio Bruno, hanno voluto fortemente questa struttura per dare sicurezza a un’area per sua natura facilmente esposta a rischi come incendi ed eventi alluvionali. Certo, la sicurezza si raggiunge anche con la prevenzione e la nostra Regione ha investito moltissimo per prevenire frane, alluvioni e altri rischi; del resto la Protezione Civile è un sistema complesso che coinvolge anche i lavori pubblici, fatti con intelligenza e nel rispetto della natura e della bellezza.”

“L’inaugurazione del Presidio logistico operativo territoriale di Protezione Civile a Montalbano di Fasano è l’ennesima tappa di un percorso che mira alla nascita in Puglia di una rete, la più fitta possibile, di sicurezza per l’intero territorio – ha dichiarato Maurizio Bruno, presidente del Comitato regionale di Protezione Civile -. La Giunta Emiliano sta dimostrando, come poche, di riconoscere a pieno il ruolo che la Protezione Civile riveste in una comunità. Investe in strutture logistiche che rendono più rapidi ed efficienti gli spostamenti e quindi tutte le operazioni necessarie nei casi di emergenza. Ma non solo: coinvolgendo i volontari nelle attività di questi centri andiamo anche a riconoscere il ruolo che essi hanno in tutta la struttura organizzativa. Nessuno conosce il proprio territorio meglio dei volontari che quel territorio lo vivono ogni giorno. Così come è doveroso il coinvolgimento dei sindaci interessati che, fino a oggi, hanno dimostrato nei nostri confronti la stessa sensibilità.”

“La Regione inaugura questo presidio per riaffermare la propria presenza sui territori e dare dignità a tutti gli operatori, principalmente ai volontari che in questi ultimi anni hanno collaborato con i funzionari regionali per portare le emergenze nell’ordinario e rendere lo straordinario ordinario – ha affermato il dirigente della Sezione Protezione Civile, Nicola Lopane -. Ringrazio il sindaco di Fasano che ha avuto questa visione: consegnare alla Regione questo immobile, che verrà utilizzato anche per altre importanti attività di formazione e accrescimento delle competenze di tutti i volontari e degli operatori presenti sul territorio.”

Al fine di una migliore ed efficace organizzazione della lotta contro gli incendi boschivi, lo scorso mercoledì la Giunta ha approvato il Programma Operativo di Azione per la campagna AIB 2022, in corso. Il documento fornisce agli operatori utili e puntuali indicazioni per lo svolgimento delle azioni di contrasto e contenimento degli incendi boschivi e degli incendi di interfaccia urbano-rurale e, in particolare, contiene informazioni necessarie alla Sala Operativa Unificata Permanente regionale (S.O.U.P.) per coordinare e fronteggiare con rapidità le molteplici segnalazioni di incendio, ponendo specifica attenzione alla tipologia degli interventi di prevenzione da realizzare nelle aree ad alta valenza ambientale.