Visite Articolo:
99

ll gup del Tribunale di Taranto, Pompeo Carriere, ha assolto “perché il fatto non sussiste” il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti e altri cinque imputati, tutti dirigenti dell’area economico-finanziaria che si sono succeduti nel periodo contestato, dalle accuse di abuso d’ufficio e falso. Le contestazioni riguardavano il presunto mancato riconoscimento di debiti fuori bilancio in violazione del patto di stabilità, che avrebbe dovuto indurre gli amministratori a ridurre del 30% le indennità di funzione e i gettoni di presenza. L’imputazione di concorso in falso invece si riferiva all’ipotesi accusatoria di aver indotto il Consiglio comunale ad approvare bilanci e rendiconti per gli esercizi finanziari 2012, 2013 e 2014 non corrispondenti alla reale situazione finanziaria a causa della mancata previsione dei debiti fuori bilancio. Una perizia avrebbe però escluso le anomalie contabili.

Gugliotti è anche presidente della Provincia di Taranto.