Il Brasile di Bolsonaro commemora la dittatura militare fascista

Il portavoce del governo Otavio Rego Barros dice che il presidente d’estrema destra ha approvato un ordine del giorno e ha chiesto “di fare le dovute commemorazioni” il prossimo 31 marzo.

Bolsonaro non ha mai negato la sua ammirazione per i militari criminali della dittatura. Possiamo dire che lui rappresenta esattamente quel Brasile, un Paese che ha nostalgia di quell’epoca buia e violenta. Ora però questa nostalgia è ufficiale. 
Il presidente del Brasile ha chiesto infatti al ministero della Difesa di organizzare le commemorazioni della dittatura militare del Paese, iniziata il 31 marzo 1964 e durata due decenni.
    Il portavoce del governo Otavio Rego Barros dice che il presidente d’estrema destra Jair Bolsonaro ha approvato un ordine del giorno che gli è stato presentato dal ministero e ha chiesto “di fare le dovute commemorazioni” il prossimo 31 marzo.
    Bolsonaro, un ex capitano dell’esercito, non crede che ci sia stato un colpo di Stato militare nel 1964 e ha ripetutamente elogiato il regime autoritario del 1964-1985. Nel 2016, quando votò per l’impeachmentare della allora presidente Dilma Rousseff, vittima di torture durante la dittatura, Bolsonaro dedicò il suo voto a un colonnello che guidava un’unità di tortura. Come presidente, Bolsonaro ha nominato diversi ex generali nel suo governo.

fonte:
https://www.globalist.it/world/2019/03/26/il-brasile-di-bolsonaro-commemora-la-dittatura-militare-fascista-2039216.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.