Stefania Pezzopane

 L’AQUILA – “Lavoro, scuole, personale, norme di semplificazione. Sono stati questi alcuni dei punti cruciali su cui sto già lavorando in vista della predisposizione della prossima legge di bilancio e che sono stati al centro di due riunioni odierne con la sottosegretaria Paola De Micheli”.

Lo ha dichiarato la senatrice Stefania Pezzopane, al termine delle riunioni romane.
Alla prima, hanno preso parte anche il vice presidente della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e il sindaco di Barisciano (L’Aquila) Francesco Di Paolo in rappresentanza dei comuni del cratere 2009.
La seconda riunione ha avuto come tema questioni attinenti il cratere 2016/2017.
“Numerose le questioni sul tappeto, su cui la sottosegretaria si è mostrata attenta e disponibile – ha commentato la senatrice dem – Per quanto concerne le questioni attinenti il 2009, si è discusso del personale Ripam, a tempo indeterminato, con l’obiettivo di prorogare la scadenza del 2021, fissata dalla legge Barca per l’inserimento di questi lavoratori in pianta organica, in modo da poter contare sulla loro disponibilità per un periodo maggiore di tempo”.
“Per il personale precario del Comune dell’Aquila, dei Comuni del cratere e degli Uffici speciali per la ricostruzione, per cui la legge Madia fissa già i criteri per la stabilizzazione – ha aggiunto – è stata posta sul tavolo la richiesta di ulteriori proroghe, nelle more che i rispettivi Enti possano avviare le procedure di stabilizzazione e chiedere le deroghe alle leggi vigenti”.
Affrontato anche il problema dell’emergenza scolastica in merito al quale “la richiesta principale è stata quella di prevedere delle procedure di gara più celeri per la ricostruzione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici rientranti nel cratere del 2009 – ha spiegato la Pezzopane – Non ultima è stata affrontata la necessità di prevedere anche per il 2018 il fondo per i comuni necessario a sanare le minori entrate e le maggiori spese”.
“Tutte questioni su cui mi sto già attivando affinché vengano inserite nella legge di Bilancio, che sarà discussa a breve dal governo”.
Sul tavolo anche la questione spinosa riguardante le aree del doppio cratere 2016/2017 per le province dell’Aquila e di Teramo.
“In queste aree esiste una sovrapposizione di norme per la ricostruzione. Stiamo ragionando su nuove regole di semplificazione per l’edilizia pubblica e per le zone franche, mutui e tasse. Dopo l’approvazione da parte del governo del testo di legge, se necessario, provvederò a presentare emendamenti per le questioni che non dovessero essere risolte come ritengo corretto”, ha concluso