I fiori sono l’essenza della vita. Nel loro cuore portano il nettare essenziale: nutrimento necessario al continuo rinascere della vita su questa terra. Gli indiani d’America veneravano la Terra, comprendevano i suoi umori, rispettavano i suoi cicli. I fiori hanno bisogno di pioggia e sole per crescere come la nostra anima ha bisogno di conoscere la tristezza per desiderare la felicità. La bellezza dei fiori è creata da questa simbiosi così come la bellezza della nostra anima. I fiori simboleggiano la morte, la rinascita, la trasformazione. Tutto l’universo è in eterna trasformazione e noi ne siamo una parte piccolissima. Ci insegnano la pazienza e la cura nella crescita. La profonda connessione con la nostra Madre terra ci nutre, ci consola, ci insegna a vivere lasciando un segno positivo. Così come i fiori morendo lasciano frutti per nuovi fiori ancora più belli, così evolvendo nei nostri giorni di pioggia, lasciando morire i petali del nostro essere che non sono più utili rinasciamo sempre con una nuova consapevolezza. I fiori specchio dell’anima, Natura madre universale insegnaci a morire e rinascere alla bellezza della vita senza mai arrenderci alle tempeste.