26 Gennaio 2021

(Teleborsa) – Oggi, alla riunione dei Deputies dei Ministri delle finanze e dei Governatori delle banche centrali dei paesi G20, l’Italia ha presentato le priorità e il programma di lavoro del Finance Track per quest’anno sui temi della regolamentazione e dell’inclusione finanziaria, della fiscalità internazionale, del finanziamento di un piano pandemico e della finanza sostenibile.

Come ha specificato in una nota la Banca d’Italia, il programma ha ricevuto pieno sostegno dei partecipanti. Tema centrale dell’incontro è stata, in particolare, la trasformazione digitale dell’economia, accelerata dalla pandemia Covid-19, che ha portato con sé benefici potenzialmente significativi ma anche sfide.

La pandemia, infatti è stato spiegato nel corso della riunione, continuerà a plasmare gli sviluppi economici globali fino al 2021 e potrebbe lasciare eredità persistenti, come maggiori disuguaglianze e debolezze aziendali. “Essenziale” sarà “imparare dalla crisi” su come il settore finanziario – compresa la finanza non bancaria – ha fronteggiato lo shock e sulla necessità di adeguare o meno il quadro normativo. Un’altra priorità per la Presidenza italiana, nell’area del settore finanziario, è la tempestiva attuazione della Roadmap sul rafforzamento dei pagamenti transfrontalieri approvata sotto la Presidenza saudita.

Infine, terzo obiettivo di particolare rilevanza individuato è il ripristino del Gruppo di Studio sulla Finanza Sostenibile, che contribuirà a comprendere in che modo il settore finanziario può aiutare a realizzare una transizione verde e allinearsi agli obiettivi di sviluppo sostenibile.