I trucchi per la frittata di pasta. Un piatto estivo e buonissimo, che può essere presentato e gustato sempre, durante un picnic e durante una pranzo veloce. Ecco i trucchi che dovete sempre rispettare. Interagisci con noi, Iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef

I trucchi della frittata di pasta perfetta

Scolare la pasta due tre minuti prima: La prima regola da tenere in considerazione è quella della cottura della pasta. Si deve far cuocere in abbondante acqua e scolarla al dente: calcolate due o tre minuti prima rispetto alla cottura indicata sul pacco. Dovete poi lasciarla intiepidire e versarla nella ciotola. Una volta fatto si separa con una forchetta e bisogna aggiungere un cucchiaio di olio ( e basta, troppo condita è sbagliato).

Non usare uova fredde: Il secondo punto riguarda il condimento. Le uova vanno tolte dal frigo mezz’ora prima di cucinarle: portandole cioè a temperatura ambiente. Si insaporiscono con sale, pepe, del burro a pezzettini e della carne tagliata a pezzettini ( pancetta, prosciutto o salame in pratica). Si amalgama tutto e si aggiunge della scamorza o provola e il parmigiano grattugiato. Se volete una consistenza più morbida potreste renderla più “grassa” aggiungendo del latte, se invece la volete più asciutta del pangrattato.

La seconda cottura ( in padella). La padella va selezionata e non presa a caso. Va presa con i bordi alti e si fa scaldare con un filo di olio e dell’aglio. Una volta che l’aglio sarà rosolato si toglie e si aggiungono gli spaghetti. Il trucco per la cottura è quello di far cuocere la pasta a fuoco medio per 5 minuti. Una volta che comincerà a soffriggere la si farà cuocere sempre a fuoco medio con un coperchio. Scuotete un po’  la padella. Prendete un coperchio, giratela e fate cuocere quindi l’altro lato per una decina di minuti

Variante

Le frittate di spaghetti o maccheroni sono dei piatti di riciclo: possono essere riciclati tanto gli ingredienti che la pasta stessa. Potete usare pasta lunga o corta. Una variante davvero divertente potrebbe essere quella di mettere una parte della frittata nella padella, farla soffriggere e poi come un panino inserire il condimento che più piace e poi chiudere con gli altri spaghetti.

Ingredienti per la frittata di pasta di Cannavacciuolo

  • 300 gr di spaghettoni di semola di grano duro
  • 300 gr di ragu’ napoletano: (500 gr di costine, 1 cipolla bianca, 1 kg di pomodori san marzano pelati, 1 peperoncino, 1 foglia di alloro, 100 ml di vino rosso, sale
  • e pepe qb)
  • 1 uovo
  • 70 gr di parmigiano grattugiato
  • 60 ml di olio evo
  • pepe e sale qb

Procedimento

Prepariamo il ragù: prendete una pentola e mettete un filo di olio e soffriggete le costine, una volta che si sarà formata la crosticina unite la cipolla e il peperoncino. Fate appassire con il vino e poi fate evaporare aggiungendo i pomodori e l’alloro. Fate cuocere per 3 ore.

Una volta pronto il ragù pensiamo alla pasta. Mettiamo sul fuoco una capiente pentola con acqua salata dove farete cuocere gli spaghetti, mantenendoli molto al dente, versateli nel ragù napoletano e fate saltare. A parte sbattete l’uovo e il parmigiano, sale e pepe.

Lasciate quindi che la pasta si raffreddi e solo una volta a temperature ambiente mescolate l’uovo sbattuto con gli spaghetti, mescolando per bene. Aggiungete qualche tocchetto di provola o fiori di latte fatto sgocciolare. Ora prendete una padella larga antiaderente, e versatevi l’olio, e appena caldo gli spaghetti, aspettate che sul fondo si formi una crosticina e voltare, fate fare la crosticina anche dall’altra parte, una volta pronta tamponare l’olio in eccesso tagliate e servite. Se vuoi leggere altre varianti leggi QUI

i trucchi per la frittata di pasta di Cannavacciuolo