Fagiolini di Sant’Anna, piatto toscano, semplice, contadino: preparato con pochissimi ingredienti e tutti semplici da usare. Ovviamente la procedura e gli stessi elementi possono variare a seconda della provincia. Un contorno buonissimo e semplice.

Sono fagiolini che non crescono ovunque: si chiamano di Sant’Anna perché il 26 luglio è il giorno della raccolta. Sono come degli spaghetti. Secchi e lunghi, tipici della Toscana. Hanno un sapore intenso. In questa regione, specialmente tra le province di Lucca, Firenze e Arezzo hanno vari nomi: fagiolo da metro, frusta o stringhe. In questo periodo possono però trovarsi ad un prezzo diverso nelle altre regioni, magari ad un prezzo diverso dato che sono di importazione.

Diciamo che un tipo di fagiolino molto simile si trova anche in Basilicata o Puglia, dove li cucinano con gli spaghetti oppure nei pressi di Vicenza, a Dueville dove vengono chiamati spaghi di Sant’Anna. Andiamo ora a vedere come si preparano e quali sono gli ingredienti. Attenzione, la ricetta che vi proponiamo è per il tipo di fagiolini spago che sono più sottili, accanto vi indichiamo anche la ricetta per quelli più comuni.

Ingredienti dei fagiolini di Sant’Anna

  • 2 mazzi di fagiolini
  • cipolla
  • aglio
  • z
  • pomodori
  • prezzemolo
  • olio
  • sale
  • pinoli ( a scelta)
  • zenzero ( per la ricetta dell’Isola d’Elba)

Preparazione dei fagiolini

Lavate bene i fagiolini e poi scottateli ( se sono di quelli comuni, allora fateli cuocere una decina di minuti perché poi dovrete ricuocerli). Una volta scottati in acqua bollente toglieteli subito. Ora in un tegame preparate il soffritto con cipolla e aglio ( basteranno un paio di spicchi schiacciati) aggiungete quattro pomodorini pelati e poi passati. Fate rosolare bene. A questo punto aggiungete i fagiolini che avrete tagliato a metà se sono quelli di Sant’Anna. Mettete anche del prezzemolo tritato.

Fate cuocere unendo poca acqua calda quando necessario. Il sugo deve risultare ben tirato. Avete poi due varianti: se volete seguire la ricetta dell’Isola d’Elba allora aggiungete nel sugo ( prima di aggiungere i fagiolini) lo zenzero. Altrimenti, se vi piacciono dei pinoli. Per altri contorni gustosi leggete qui

fagiolini di Sant'Anna piuricette