Ex Mira Lanza, in corso nuovo sgombero della fabbrica occupata a Marconi

Secondo la polizia l’allontanamento delle persone si starebbe svolgendo senza criticità. Lo stabile è pericolante

di FLAMINIA SAVELLI

Ancora uno sgombero all’ex Mira Lanza: sono in corso da questa mattina le operazioni nello stabile di lungotevere Gassman. Al momento sono 37 le persone identificate e allontanate in quello che un tempo era un saponificio. Le operazioni sono coordinate dai vigili urbani e dagli agenti di polizia.

L’ultimo intervento era stato eseguito a maggio dello scorso anno anche se non era poi stato possibile procedere con le operazioni di bonifica all’interno perché secondo il Simu, lo stabile è pericolante.
Ma nel giro di poche settimane gli spazi sono stati nuovamente occupati.

A gennaio invece erano stati i carabinieri a entrare in azione: i militari tra capanne e baracche avevano accertato l’attività di spaccio di hashish e marijuana. La banda – composta da 11 persone, tutti originari del Nord Africa – è quindi finita in manette.

Sullo storico edificio ormai ridotto a spazi abbandonati e mura fatiscenti, negli anni sono stati proposti diversi progetti. Come la sede dell’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico. Oppure il museo “abusivo” gestito dai rom, una provocazione messa dell’associazione 999Contemporary. Infine una commissione Urbanistica in XI municipio ha proposto un disegno di “progettazione partecipata”, tenendo conto dell’assenza di servizi sul territorio, dall’Asl al cinema multisala chiuso.

fonte. repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.