Visite Articolo:
30

«In virtù di quanto emerso dalle audizioni effettuate la scorsa settimana nella Quarta Commissione Consiliare, abbiamo ritenuto opportuno richiedere la convocazione di un Consiglio regionale ad hoc, dedicato esclusivamente alla tematica dei ritardi con cui vengono erogate molte prestazioni sanitarie (visite mediche, screening e accertamenti diagnostici), nonché della condizione economica ed occupazionale in cui

versano molte strutture sanitarie private». È quanto affermano, in una nota, i consiglieri regionali Giovanni Vizziello e Massimo Zullino.

«Il tema rilevantissimo delle lunghe liste di attesa che si osservano nella sanità lucana – aggiungono Vizzielllo e Zullino – non può vedere il Consiglio regionale relegato nel ruolo marginale di semplice spettatore, dal momento che il buon senso, prima ancora che la legge, impone di esaminare nella più alta assise regionale ogni atto diretto a produrre effetti sulle condizioni di salute dei cittadini».

«Un sentito ringraziamento va ai colleghi Polese, Braia, Baldassarre, Perrino, Leggieri e alle colleghe Sileo e Carlucci – concludono Vizzielllo e Zullino – che hanno sottoscritto con noi la richiesta di convocazione in seduta straordinaria della massima istituzione regionale, dimostrando, di fatto, che al cospetto di esigenze prioritarie come la salute dei lucani non si può praticare il comportamento dello struzzo, mettendo la testa sotto la sabbia, nella speranza che i problemi passino da soli».