Dirigente Spacciatore. Condannato

Spread the love

Nessuno poteva immaginare che dietro quel dipendente del Ministero della Difesa così rigoroso e così perbene potesse celarsi uno spacciatore. Invece nel giugno scorso i carabinieri nel corso di una perquisizione nella rimessa della sua abitazione di Monte San Giovanni Campano avevano rinvenuto 250 grammi di hashish. Droga dalla quale erano state ricavate 750 dosi. In più i militari hanno trovato cinquanta banconote contraffatte. Nella giornata di ieri l’uomo, 56 anni, residente a Monte san Giovanni Campano è stato condannato ad un anno di reclusione (pena sospesa) con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Difeso dagli avvocati Alessandro Loreti e Carlo Coratti è stato giudicato con rito abbreviato, una formula che permette di poter usufruire dello sconto di un terzo della pena. Il pubblico ministero aveva chiesto quasi tre anni di carcere. Ma i difensori sono riusciti, nella loro arringa difensiva, a dimostrare che si trattava di reato per piccolo spaccio in quanto i carabinieri al momento dell’arresto (l’uomo venne processato per direttissima e poi come misura restrittiva il giudice aveva disposto l’obbligo di firma) non avevano rinvenuto il materiale utilizzato per il taglio e confezionamento delle dosi. Il magistrato accogliendo la tesi della difesa si è pronunciato per una pena mite. (leggi anche Dirigente Spacciatore).

PATRIZIO PARRINI: 

https://www.pressreader.com/italy/corriere-fiorentino/20100118/281629596399109

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.