Visite Articolo:
37

La direzione investigativa antimafia ha disposto la confisca definitiva di beni per oltre due milioni di euro a due persone residenti a Bari e Andria, entrambe indagate per rapine, assalti a bancomat e furti di alto valore.

La sentenza di confisca arriva a seguito di una lunga indagine, partita a seguito di un’evidente sproporzione tra il patrimonio degli indagati e delle rispettive famiglie, e la capacità reddituale dichiarata. Sono stati sequestrati diversi immobili nei comuni di Bari, Andria e Minervino Murge. L’esecuzione dei provvedimenti è giunta dopo vari gradi di giudizio da cui sarebbe emersa la pericolosità sociale dei destinatari.