Coronavirus e bufale, le 6 fake news più pericolose sul vaccino anti Covid

I contagi da Covid continuano a salire in Inghilterra e, con gli ospedali allo stremo, l’ultimo report reso noto dalle autorità ha segnato un triste record: il numero dei morti per Covid nel Regno Unito ha superato quello dei civili britannici uccisi durante la seconda guerra mondiale.

Covid, nel Regno Unito più morti che in guerra: il Governo britannico corre ai ripari

Secondo gli ultimi dati resi noti dal Governo britannico, venerdì 8 gennaio 2020, il numero di persone che hanno perso la vita a causa del Coronavirus ammonta a 79.833, più dei morti in guerra: durante la seconda guerra mondiale, infatti, 70.000 civili britannici sono stati uccisi durante il conflitto.

Intanto, mentre il Paese sta attraversando uno dei momenti più difficili dallo scoppio della pandemia (che lì ha raggiunto il suo culmine), il Parlamento ha deciso di correre ai ripari contrastando il picco dei contagi con nuove restrizioni. Boris Johnson ha imposto il terzo blocco nazionale seguito dalla Scozia, dove è stato dichiarato anche lì un lockdown esteso su tutto il territorio, mentre in Galles e in Irlanda del Nord è stato proclamato lo stato di allerta massimo.

Londra, virus “Fuori controllo”

Preoccupato dalla situazione, con gli ospedali vicini al collasso, il sindaco di Londra. Nella giornata di venerdì 8 gennaio Sadiq Khan ha definito il virus “fuori controllo”, con le strutture sanitarie della City che, stando a quanto trapelato a seguito di una riunione del Servizio Sanitario Nazionale, sono a sole due settimane dal punto di rottura.

Giovedì 7 gennaio 2021, il Regno Unito ha registrato più di 1.000 morti in un giorno per la prima volta dopo il picco raggiunto dal paese durante l’ondata di aprile 2020. Le morti per Covid, adesso, stanno tornando ai livelli precedenti.

La brutta notizia è che, al contrario di quanto accaduto ad aprile, nonostante i contagi siano al livello massimo, i numeri sembrano destinati ad aumentare ancora di più, soprattutto a causa della nuova variante inglese, cui trasmissione è più veloce e aggressiva.

Come il vaccino influenzerà la curva pandemica

Seppur inizialmente la variante inglese avesse allarmato gli esperti, i ricercatori della società farmaceutica Pfizer hanno recentemente pubblicato uno studio, condotto insieme agli scienziati dell’Università del Texas Medical Branch, che indica come il vaccino candidato sia ancora efficace contro queste nuove mutazioni del virus.

Il vaccino, quindi, rimane ad oggi l’unica ancora di salvezza per l’Inghilterra, per questo Boris Johnson ha dichiarato che il Governo ha messo a punto un piano per arrivare a vaccinare 14 milioni di persone entro metà febbraio, cercando di raggiungere soprattutto i più vulnerabili, prima rimane difficile pensare ad un possibile allentamento delle restrizioni.