Tra i piatti tipici della cucina romana, oltre alla gricia, ai saltimbocca e ai supplì, ci sono gli gnocchi. Ma attenzione, non si tratta di quelli tradizionali, piccoli e che si preparano con patate e farina! Gli gnocchi alla romana sono rigorosamente con il semolino: dischi alti circa un centimetro, hanno un diametro ben più grande e vengono cotti in forno. Si possono acquistare già pronti al banco frigo del supermercato ma io vi consiglio di cimentarvi nella preparazione in casa. Fidatevi, il procedimento è piuttosto semplice!


Prima di lasciarvi 2 ricette, una più buona dell’altra, ecco qualche suggerimento per fare gli gnocchi alla romana.

Come fare gli gnocchi alla romana

Raffaella Galvani/shutterstock.com

Come abbiamo detto, questo piatto prevede la presenza di semolino, che va impastato, steso e poi tagliato in dischi. Vediamo nel dettaglio come fare gli gnocchi alla romana.

L’impasto

Il semolino è un prodotto ottenuto dalla macinazione dei cereali che può essere di frumento o di grano duro. Da non confondere con la semola, che ha una grana più fine ed è più adatta alla panificazione, il semolino si presenta più grossolano. 

Mescolato con latte caldo, uova, burro, parmigiano, sale e pepe, il semolino diventa compatto e deve essere poi steso quando è ancora tiepido. È importante che la teglia sia ben unta per evitare che, dopo averli formati, gli gnocchi si spezzino. Livellate il semolino in modo da ottenere la stessa altezza (circa 1 centimetro). Solo quando il composto sarà freddo potete ricavare dei dischetti usando un coppapasta o, in alternativa, un bicchiere.

Il condimento

Il classico condimento per gli gnocchi alla romana è quello con burro fuso e parmigiano grattugiato, ma ciò non toglie che potete sbizzarrirvi anche con sughi e salse, o con una copertura di funghi e formaggio. Solitamente gli gnocchi si cuociono in una teglia leggermente sovrapposti l’uno all’altro: per questo motivo, onde evitare che i dischi si incollino tra di loro, è indispensabile imburrarli spennellandoli bene. Siate poi generosi con il parmigiano, che vi consentirà di avere una crosticina dorata.

La cottura degli gnocchi alla romana 

Diversamente dagli gnocchi classici, che vengono sbollentati in acqua e scolati appena salgono a galla, quelli alla romana non hanno bisogno di essere prelessati, ma vanno direttamente in forno. La cottura non deve essere particolarmente lunga, basterà un quarto d’ora, giusto il tempo di far sciogliere il formaggio. Ma se vi piace l’aspetto leggermente abbrustolito vi suggerisco di spostare la manopola sul grill per ulteriori 5 minuti.  

Due ricette per fare gli gnocchi di semolino

Visti alcuni accorgimenti generali per preparare gli gnocchi di semolino, vi lascio due ricette. La prima con burro e parmigiano, mentre la seconda è  una variante senza uova e con un condimento a base di radicchio e gorgonzola. 

Gnocchi di semolino: la ricetta classica

La classica ricetta degli gnocchi di semolino, come abbiamo detto, prevede un condimento di burro e parmigiano, a cui, per dare una nota in più, vi suggerisco di aggiungere qualche fogliolina di salvia e una spolverata di noce moscata.

Stefano Carocci Ph/shutterstock.com

Ingredienti per 4 persone

per gli gnocchi

  • 250 g di semolino
  • 1 litro di latte
  • 70 g di burro
  • 2 tuorli
  • 80 g di parmigiano grattugiato
  • q.b. di sale
  • q.b di pepe

per il condimento

  • 75 g di burro altro per la teglia
  • 40 g di parmigiano
  • 4-5 foglie di salvia
  • q.b. di noce moscata
  • q.b. di pepe

Procedimento

  1. Scaldate il latte in un pentolino, aggiungete il sale e il pepe. Versate a pioggia il semolino e mescolate accuratamente. Spegnete e aggiungete il burro, i tuorli e il parmigiano, girando ancora. Quando il composto risulterà omogeneo e senza grumi, trasferitelo su un piano, o su una teglia unta, livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio unto di olio. Cercate di ottenere un’altezza omogenea. 
  2. Una volta che l’impasto sarà freddo, create dei dischi aiutandovi con un coppapasta o un bicchiere. In un pentolino fate fondere il burro, aggiungete anche la noce moscata grattugiata e le foglie di salvia spezzettate. 
  3. Ungete una pirofila con olio o con altro burro, poi sistemate gli gnocchi ungendoli con il burro fuso, sovrapponendo i dischi
  4. Versate nella teglia il resto del burro fuso e aggiungete il parmigiano grattugiato. Macinate un po’ di pepe nero e infornate a 180 °C per 15 minuti; se desiderata la classica “crosticina”, prolungate la cottura di altri 5 minuti con la funzione grill. 

Gnocchi alla romana con radicchio e gorgonzola senza uova

Questa proposta è una delle tante alternative con cui si possono condire gli gnocchi alla romana. In questo caso radicchio e gorgonzola fanno la differenza, ma anche l’impasto è  diverso: non è infatti previsto l’uso dell’uovo. 

marco mayer/shutterstock.com

Ingredienti per 4 persone

  • 250 g di semolino
  • 1 l latte
  • 70 g burro altro per la teglia
  • 70 g di parmigiano
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • q.b. di pepe

Per il condimento

  • 1 cespo di radicchio
  • 1 porro
  • q.b.di sale
  • q.b. di pepe
  • 2 cucchiai di olio
  • 150 g di gorgonzola 
  • 120 g di parmigiano
  • 70 g burro

Procedimento

  1. Per prima cosa preparate il semolino. In un pentolino scaldate il latte e aggiungete il semolino a pioggia, mescolando con una frusta per evitare la formazione dei grumi. Aggiungete anche il sale e il pepe e proseguite fino a che il semolino inizia a rapprendersi. A questo punto spegnete la fiamma e aggiungete burro e parmigiano, continuando a mescolare. 
  2. Oliate una teglia e versate il composto, livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio unto di olio oppure con una spatola, cercando di ottenere un’altezza di un centimetro su tutta la superficie. Coprite e lasciate raffreddare.
  3. Nel frattempo lavate e sminuzzate il radicchio. In una pentola antiaderente versate l’olio e il porro tagliato a rondelle, fatelo dorare, poi unite il radicchio. Cuocete per pochi minuti, aggiungendo sale e pepe.
  4. Riprendete il composto e ricavate gli gnocchi usando un coppapasta. Sistemate i dischi in una teglia precedentemente imburrata. Alternate gli gnocchi aggiungendo il radicchio e un cucchiaio di gorgonzola. 
  5. Completate con qualche tocchetto di burro e una spolverizzata di parmigiano. Infornate a 180 °C per 15 minuti, spostando la manopola sul grill per gli ultimi 5. Proseguite fino a quando avrete ottenuto una crosticina dorata. Servite caldi. 

Avete mai provato a fare gli gnocchi di semolino alla romana in casa?


Immagine in evidenza di: Robyn Mackenzie/shutterstock.com

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma.
In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui “Di più”; “Di piùTv Cucina”; “RadioCorriere Tv”; “Onda Tv”; “Messaggero Tv”. Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, “Che cavolo cucino, oggi?”. Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, “perché è un ricordo d’infanzia e perché”, dice, “quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane”. Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, “perché altrimenti… il pasto non è finito”.