Chef Cannavacciulo svela la sua ricetta del ragù Napoletano per un piatto cremoso e saporito

Una ricetta buona e ricca di ricordi per i Napoletani e chi ora vive fuori e ogni tanto torna a casa o ripropone questo piatto la domenica. Non esiste una ricetta vera e propria, nelle case delle nostre nonne le varianti erano tante: chi ci metteva 4, 5, 6 o 7 pezzi di carne, chi ci mette il concentrato di pomodoro, chi lo faceva cuocere 24, 48 o 72 ore addirittura. Insomma il ragù è stato da sempre sulle tavole dei tradizionalisti un punto di confronto e sicuramente di conforto per chi voleva vivere e rivivere ricordi e non solo. La ricetta che vi proponiamo in questa uggiosa giornata invernale, magari per trovare uno spunto per pranzo ( meglio a pranzo che a cena considerata la robustezza del piatto) è la versione “light” dello Chef Cannavacciuolo e il suo tocco magico.

RAGÙ NAPOLETANO  ( la ricetta dello chef Cannavacciulo)

Voglio raccontarvi di quelle domeniche mattina, quando a svegliarmi era il profumo del ragù di mamma. Un profumo che non scorderò mai! Oggi voglio condividere questo splendido ricordo assieme a voi…

Sono molte le versioni del ragù napoletano, qualcuno lo prepara con la cotenna del maiale, qualcuno con la carne di manzo, qualcuno con le braciole.

La mia versione preferita è con le costine di maiale.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 500 g di costine di maiale
  • cipolla bianca
  • 1 kg di pomodori San Marzano pelati
  •  peperoncino
  •  foglia di alloro
  • 100 ml di vino rosso
  • Olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

PREPARAZIONE

Pulite le costine di maiale e tagliatele nel senso dell’osso, cospargetele di sale e pepe e lasciatele marinare per una decina di minuti. Soffriggetele in una pentola capiente con un filo d’olio, fino a ottenere una crosticina dorata, quindi unite la cipolla tagliata molto sottile e il peperoncino (se non amate il peperoncino potete non metterlo). Fate appassire, sfumate con il vino rosso e non appena l’alcol sarà evaporato coprite tutti gli ingredienti con i pomodori pelati.

Cottura

Cuocete il tutto a fuoco lento per almeno 5 ore.A metà cottura unite la foglia d’alloro e a cottura ultimata staccate la carne dall’osso.Questa è la base del ragù che potrà essere utilizzata per le diverse preparazioni.

IL CONSIGLIO dello

Questa variante di ragù è una versione più semplice e meno ricca di quella tradizionale e alleggerisce questo piatto impegnativo. Il ragù può essere una base per condire la pasta, come paccheri e maccheroni!

Uagliù ricordate che la scarpetta è obbligatoria!

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef e mette un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it