Bologna, arresto cardiaco dopo circoncisione in casa: morto bimbo di 5 mesi

Tragedia a Bologna, dove un bambino di soli 5 mesi è morto in seguito ad una circoncisione avvenuta in casa. Il piccolo, di origini ghanesi, era stato trasportato all’ospedale di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, dove la famiglia vive, in arresto cardiaco. Secondo quanto finora ricostruito, il neonato era in condizioni disperate dopo aver subito l’intervento domestico di circoncisione, che sarebbe stato effettuato dagli stessi genitori. Si è reso quindi necessario il trasporto d’urgenza con l’elisoccorso al Sant’Orsola di Bologna dove il piccolo poi è deceduto. Gli accertamenti dei carabinieri sono scattati subito dopo la tragedia su segnalazione dei medici che hanno preso in cura il bimbo.

Sono in corso indagini da parte della Procura di Reggio, che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, mentre la salma del piccolo è a disposizione della Procura per l’esame autoptico che la pm, Isabella Chiesi, deve ancora fissare. Non è la prima volta che si verifica un caso simile. L’ultimo, in ordine di tempo, si è registrato a Monterotondo, in provincia di Roma, lo scorso dicembre quando un bimbo di origine nigeriana di due anni è morto, mentre un altro, il gemellino, è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale. Secondo la cultura e la tradizione del loro Paese di origine, i genitori hanno deciso di circoncidere i due bambini in casa, affidandosi ad un sedicente medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.